Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Il Bobinometro

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Il Bobinometro

    Dopo la bella discussione sul tipometro mi è venuto in mente un progetto di un paio di anni fa lasciato nel cassetto.

    IL BOBINOMETRO

    Forse i tempi sono maturi per realizzarlo insieme.

    Come fate a sapere quanto materiale è rimasto nella bobina?

    Ogni materiale ha uno spessore e quindi il diametro della bobina (dall'esterno dell'anima all'esterno del media) può restituire la quantità di materiale in maniera precisa.

    Basterebbe avere delle misure per tipologia di materiale e iniziare a creare uno strumento trasparente con le tacche per ogni media.

    - blueback
    - vinile
    - banner
    - canvas
    - ecc.

    - anime da 76 (3')
    - anime da 51 (2') quelli piccoli
    - anime rinforzate
    - anime leggere

    Lo facciamo?

    Partiamo da un PVC da 100 micron da 50 metri e da un banner da 450 gr. sempre da 50 metri.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

  • #2
    Ma il contatore del materiale residuo presente sul VP540 non basta?
    Fabio

    Comment


    • #3
      bella idea!ma per ora non posso aiutarvi perchè ho tutte le bobine usate
      "Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove, che siano utili".
      (Henri Poincaré)

      Comment


      • #4
        Originalmente inviato da tArte Visualizza messaggio
        Ma il contatore del materiale residuo presente sul VP540 non basta?
        Fabio
        E' la stessa cosa che ho pensato anch'io ( opzione che però non uso mai...)
        La nostra paura del peggio è più forte del nostro desiderio del meglio.

        Comment


        • #5
          Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
          Dopo la bella discussione sul tipometro mi è venuto in mente un progetto di un paio di anni fa lasciato nel cassetto.
          IL BOBINOMETRO
          Mi ricordo che ne parlasti 2 anni fa al corso con dueci.

          V.
          Last edited by Monkey; 26-09-2008, 17:45:50.
          WOLF Soluzioni Digitali Soc. Coop. a r.l.
          Via del Fosso di S. Maura 137/139 - 00133 Roma
          P.IVA: 08883381009
          Tel/Fax 06 2024510, [email protected].

          Comment


          • #6
            Quando mio nonno vendeva tessuti, era il 1960, all'interno delle pezze, le ditte prodruttrici inserivano una fettuccia in carta velina con stampati i metri e i decimetri.
            A mio modesto parere, dopo 50anni, non servono soluzioni, ma suggerimenti ai produttori di materiali.
            stampate i mt. rimanenti sulla siliconata oltre al Vs. bellissimo logo
            se è troppo costoso il 1° punto inserite un segno sul davanti verso il lato esterno della bobina che avvisi: "attenzione mancano 4 mt."
            NON attaccate il materiale da stampa al rotolo con adesivi esagerati, bastano due pezzettini di nastro in carta, altrimenti il rotolo di cartone va a SBATTERE nel retro delle ns. povere macchine, poi, se il rotolo non cade con gran rumore, (mininfarto) appare comunque quel fastidioso messaggio
            "motor error"
            Che sia troppo difficile o troppo costoso?

            Ciao
            Francesco

            Comment


            • #7
              Originalmente inviato da tratto Visualizza messaggio
              Quando mio nonno vendeva tessuti, era il 1960, all'interno delle pezze, le ditte prodruttrici inserivano una fettuccia in carta velina con stampati i metri e i decimetri.
              A mio modesto parere, dopo 50anni, non servono soluzioni, ma suggerimenti ai produttori di materiali.
              stampate i mt. rimanenti sulla siliconata oltre al Vs. bellissimo logo
              se è troppo costoso il 1° punto inserite un segno sul davanti verso il lato esterno della bobina che avvisi: "attenzione mancano 4 mt."
              NON attaccate il materiale da stampa al rotolo con adesivi esagerati, bastano due pezzettini di nastro in carta, altrimenti il rotolo di cartone va a SBATTERE nel retro delle ns. povere macchine, poi, se il rotolo non cade con gran rumore, (mininfarto) appare comunque quel fastidioso messaggio
              "motor error"
              Che sia troppo difficile o troppo costoso?

              Ciao
              Francesco
              Tutte ottime soluzioni. Quoto completamente
              La nostra paura del peggio è più forte del nostro desiderio del meglio.

              Comment


              • #8
                quasi impossibile

                i materiali variano da produttore a produttore, varia lo spessore della carta e del pvc del rotolo di cartone.

                e poi sai dirmi un artigiano che usa solo ed esclusivamente un fornitore di materiale?

                trovo invece molto corretta l'idea di tratto, ci vuole solo abitudine all'inizio, ma poi col tempo guadagni tempo....ed il tempo è denaro.

                Comment


                • #9
                  Tratto: Sei un dio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!

                  Comment


                  • #10
                    bhe riprendo dopo la pausa ferie

                    io uso scrivere sulla fascietta che metto per bloccare il rotolo, dettrare la lunghezza iniziale del rotolo i metri stampati, con una leggero sovradimensionamento, così so sempre quanto mi rimane nel rotolo con una buona tolleranza.

                    Comment


                    • #11
                      Originalmente inviato da Dissidente Visualizza messaggio
                      bhe riprendo dopo la pausa ferie

                      io uso scrivere sulla fascietta che metto per bloccare il rotolo, dettrare la lunghezza iniziale del rotolo i metri stampati, con una leggero sovradimensionamento, così so sempre quanto mi rimane nel rotolo con una buona tolleranza.
                      anch'io faccio così ma ogni tanto mi dimentico di scrivere quanto materiale ho usato perciò si va a naso... in attesa che alcuni uomini di buona volontà creino il bobinometro.
                      Giannino - Tuttostampa snc - Bolzano Vicentino

                      Comment


                      • #12
                        Originalmente inviato da tratto Visualizza messaggio
                        A mio modesto parere, dopo 50anni, non servono soluzioni, ma suggerimenti ai produttori di materiali.
                        stampate i mt. rimanenti sulla siliconata oltre al Vs. bellissimo logo
                        se è troppo costoso il 1° punto inserite un segno sul davanti verso il lato esterno della bobina che avvisi: "attenzione mancano 4 mt."
                        NON attaccate il materiale da stampa al rotolo con adesivi esagerati, bastano due pezzettini di nastro in carta, altrimenti il rotolo di cartone va a SBATTERE nel retro delle ns. povere macchine, poi, se il rotolo non cade con gran rumore, (mininfarto) appare comunque quel fastidioso messaggio
                        "motor error"
                        Che sia troppo difficile o troppo costoso?
                        Francesco, tu sei un genio, ma dimentichi che il materiale che arriva a noi è più o meno alla quarta lavorazione.
                        In produzione sono immensi fogli che vengono bobinati, poi vengono tagliati - sbobinandoli e ribobinandoli - in base alla luce della bobina, poi le bobine vengono tagliate nelle lunghezze a nostra disposizione: qui siamo solo alla produzione e già risulta complesso stampare il metraggio sulla carta siliconata.
                        In alcuni casi le bobine arrivano ai rivenditori in metraggi superiori a quelli a noi forniti, quindi vengono nuovamente sbobinate nella misurazione e ribobinate: inserire il metraggio vorrebbe dire perdere 50 metri alla volta per ogni minimo errore.
                        Stesso discorso per la carta adesiva: io sono pienamente d'accordo ma sai quanto costrerebbe e quante elevate probabilità di errore ci sarebbero?
                        Mi sa che o ci attrezziamo con sistemi nostri o continuiamo ad andare ad occhio...
                        Fabio

                        Comment


                        • #13
                          L'analisi di Fabio mi sembra molto vicina alla realtà.
                          Non credo che le soluzioni di Francesco, che sarebbero sicuramente utili, siano praticabili da parte dei produttori o rivenditori.
                          A parte quello del rotolo che sbatte, quello davvero si potrebbe rimediare con poco sforzo.

                          Da parte mia, il problema del materiale residuo lo sento relativamente poco.
                          Cerco sempre di averne una scorta accettabile e a fine rotolo al limite lo sbobino e verifico (più che altro il banner).
                          Credo che un "bobinometro" non mi sarebbe di aiuto.
                          Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
                          Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
                          STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

                          "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

                          Comment


                          • #14
                            Originalmente inviato da tArte Visualizza messaggio
                            Francesco, tu sei un genio, ma dimentichi che il materiale che arriva a noi è più o meno alla quarta lavorazione.
                            In produzione sono immensi fogli che vengono bobinati, poi vengono tagliati - sbobinandoli e ribobinandoli - in base alla luce della bobina, poi le bobine vengono tagliate nelle lunghezze a nostra disposizione: qui siamo solo alla produzione e già risulta complesso stampare il metraggio sulla carta siliconata.
                            In alcuni casi le bobine arrivano ai rivenditori in metraggi superiori a quelli a noi forniti, quindi vengono nuovamente sbobinate nella misurazione e ribobinate: inserire il metraggio vorrebbe dire perdere 50 metri alla volta per ogni minimo errore.
                            Stesso discorso per la carta adesiva: io sono pienamente d'accordo ma sai quanto costrerebbe e quante elevate probabilità di errore ci sarebbero?
                            Mi sa che o ci attrezziamo con sistemi nostri o continuiamo ad andare ad occhio...
                            Fabio
                            Ho fatto il rappresentante APA per almeno 10 anni, qualcosa sò, mi sono già attivato con APA per sapere se è possibile realizzare quanto chiesto.
                            Presumo che il materiale che arriva dall'estero non sia srotolato e riarrotolato
                            e visti i prezzi..............

                            ma per i prodotti spalmati all'interno dell'azienda c'è la possibilità
                            di ottenere quanto chiesto.

                            Vi aggiorno

                            Ciao

                            Francesco

                            Comment


                            • #15
                              Francesco,lo dirò anche io ad Albertini...se sarà possibile loro potrebbero farlo..è altri tempi
                              comunque con le tecnologie che ci sono ora,per esempio con un marcatore ink-get,sul l'avvolgitore che lo facciano o che lo producono credo non sia costosissimo visto le tonnelate di materiale che producono..per intederci la stessa tecnica per mettere la scadenza sui contenitori, a bordo rotolo,quanti di noi stampano a sbordo? credo nessuno o pocchissimi,quindi un segno magari a 10 mt. dalla fine non guasterebbe e concordo nel non mettere adesivi così tenaci a fine rotolo sono micidiali..
                              Renzo Anselmi -Publiscreen-Orvieto

                              Comment

                              Working...
                              X