Annuncio

Collapse
No announcement yet.

codice deontologico dell'artigiano tecnologico..

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #46
    candidati?

    ci vorrebbe una figura carismatica...o un gruppetto di persone che si occupino di fare un programma di attuazione...

    ci sono candidature?...


    io mi offro di collaborare con tutte le mie forze, ma preferirei che a guidare i giochi sia qualcuno con più esperienza..
    Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

    Comment


    • #47
      Originalmente inviato da Atlantico sas Visualizza messaggio
      ci vorrebbe una figura carismatica...o un gruppetto di persone che si occupino di fare un programma di attuazione...

      ci sono candidature?...


      io mi offro di collaborare con tutte le mie forze, ma preferirei che a guidare i giochi sia qualcuno con più esperienza..
      il codice deontologico o almeno delle regole base che ci accomunino è necessario, a disposizione per eventuali idee e collaborazioni, siamo tra i primi ad averlo proposto
      ---------
      tecla- atos-greenfax-
      via f.lli grimm 40 -matera-0835386019-
      www.greenfax.it - [email protected]

      grafica - stampa grandi formati - allestimenti fieristici

      Comment


      • #48
        se dobbiamo basare un codice deontologico sulla presenza di figure carismatiche, per carità, non parliamone nemmeno. oltre le basilari norme dettate dal buon senso, credo servano protocolli basati su tecnica ed esperienza e non sull'appeal che una persona possa dimostrare.

        e se vogliamo stilare solo una serie di regolette "di purezza e onesta", allora non mi interessa.

        sono invece fortemente interessato, e confermo la disponibilità e voglia di partecipare alla cosa, se servisse a gettare le basi per qualcosa di più ampio, come potrebbe essere una associazione di categoria dell'artigianato nel settore delle arti grafiche.
        su queste basi, metto volentieri a disposizione l'esperienza "associativa" maturata negli anni dalle mie società (partecipiamo ad alcuni consorzi interregionali; siamo nel direttivo di api nordovest; abbiamo sviluppato progetti d'internazionalizzazione d'impresa in centro america e nell'est europeo).

        stabiliamo dove e quando e contiamo quanti oltrepassato il "momento delle parole", oltre a portare idee, sian disposti a muoversi (e, necessariamente, metter mano al portafoglio)

        Comment


        • #49
          Originalmente inviato da plugin Visualizza messaggio
          se dobbiamo basare un codice deontologico sulla presenza di figure carismatiche, per carità, non parliamone nemmeno. oltre le basilari norme dettate dal buon senso, credo servano protocolli basati su tecnica ed esperienza e non sull'appeal che una persona possa dimostrare.

          e se vogliamo stilare solo una serie di regolette "di purezza e onesta", allora non mi interessa.

          sono invece fortemente interessato, e confermo la disponibilità e voglia di partecipare alla cosa, se servisse a gettare le basi per qualcosa di più ampio, come potrebbe essere una associazione di categoria dell'artigianato nel settore delle arti grafiche.
          su queste basi, metto volentieri a disposizione l'esperienza "associativa" maturata negli anni dalle mie società (partecipiamo ad alcuni consorzi interregionali; siamo nel direttivo di api nordovest; abbiamo sviluppato progetti d'internazionalizzazione d'impresa in centro america e nell'est europeo).

          stabiliamo dove e quando e contiamo quanti oltrepassato il "momento delle parole", oltre a portare idee, sian disposti a muoversi (e, necessariamente, metter mano al portafoglio)
          Sono d'accordissimo con te su tutto quello che hai scritto...tranne che hai frainteso la mia "richiesta" di una figura carismatica"...per quanto ne so io ogni società/associazione nasce come esigenza che si collettivizza e nomina un " esecutivo"...ora quello che voglio dire e che io essendo nuovo sia di questo mestiere, che di questo gruppo di persone, non mi posso arrogare l'idoneità ad essere "l'amministratore"...e quindi proponevo che fossero persone più esperte a dirigere il passaggio dal pensiero all'atto...Per quello che vedo qui ( ma non li conosco nella vita reale e quindi non so...) io potrei proporre una persona con Marco ( Marcogalliservice) e/o Davide ( mr tutoral...)
          Tutto cio ovviamente senza volermi esimere dall'impegno alla nostra causa...
          Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

          Comment


          • #50
            Riprendiamo la discussione?

            Adesso che siamo molti di più mi piacerebbe riprendere questa discussione...

            Che cosa ne pensano i nuovi arrivati?
            Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

            Comment


            • #51
              Ciao Giovanni, vedo che la tua foto vira legggermente!!! sul magenta, non sarà l'immagine...che ti ho inviato???

              Piero

              Comment


              • #52
                Io direi che ognuno di noi possa stilare dei punti, su cui poi discutere e sviluppare una base da cui partire. Insomma per mettere il primo mattone bisogna essere d'accordo, anche se per adesso si è in pochi, visto che comunque questo discorso dovrebbe valere per tutti gli iscritti al forum.
                Noi non vendiamo latte, pane, uova,
                farina o pasta. Noi produciamo idee, colori, sensazioni ed emozioni.
                Cose utili, uniche, fantastiche ed irripetibili!
                (cit. Renzo Anselmi)

                Tutto intorno a noi è in continua evoluzione e molti sono lì ad aspettare... cosa?
                Cambiate! Abbiate il coraggio di farlo! Non esiste nulla, nessun problema, che può limitare la
                vostra capacità di trasformare qualsiasi sogno in realtà.
                Quindi sognate, sognate pure, sognate tanto, ma dopo svegliatevi e costruite il vostro
                cambiamento!
                (cit. Fabio Tarte)

                FIRST di Spaziani A.
                Roma - Cesena
                http://www.first2051.it
                ROLAND GX24

                Comment


                • #53
                  Stiamo trattando un discorso molto complesso.
                  "Creare un codice deontologico". Senza fretta innanzi tutto, abbiamo appena avviato questo nuovo forum, ci sono ancora delle parti da definire e risistemare...ma procede. Penso che per un discorso del genere dovrà passare almeno un'anno, prima di poter stilare un qualcosa. Le basi da mettere giù sono molto importanti, attorno ad esse bisognerà poi costruire quello che ci sti sta prefiggendo.
                  "Only two things are infinite:
                  the universe and human stupidity,
                  and I'm not sure about the former".

                  "Due cose sono infinite:
                  l'universo e la stupidità umana,
                  ma non sono sicuro sulla prima".

                  (Albert Einstein)

                  Comment


                  • #54
                    Concordo con Gigi. Anche in azienda stiamo cercando di stilare un codice etico. Non è un lavoro facile. Richiede tanto tempo e dedizione.

                    Aver aperto una discussione, aver iniziato a dissipare dubbi e perplessità è un buon inizio. Continuiamo con calma, senza forzature. Arriveremo sicuramente alla definizione di qualcosa di uniforme anche se la mia paura è legata ad una sorta di discriminazione per chi non accetta determinate "regole" del nostro futuro codice etico.
                    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                    Giovanni Re
                    Community Manager
                    ROLAND DG Mid Europe

                    Comment


                    • #55
                      Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
                      Concordo con Gigi. Anche in azienda stiamo cercando di stilare un codice etico. Non è un lavoro facile. Richiede tanto tempo e dedizione.
                      Aver aperto una discussione, aver iniziato a dissipare dubbi e perplessità è un buon inizio. Continuiamo con calma, senza forzature. Arriveremo sicuramente alla definizione di qualcosa di uniforme anche se la mia paura è legata ad una sorta di discriminazione per chi non accetta determinate "regole" del nostro futuro codice etico.
                      Ho aperto la discussione perchè prima di stampare la relativa pagina sul mio catalogo volevo sentire il parere del forum, quindi non ho intenzione di forzare niente, ma solo di "collezionare" un buon numero di idee per poter considerare questioni che da solo ci metterei degli anni anche solo a percepire.


                      E poi non vorrei più superficiale di quello che sono, ma ho idea che molti quando pensano a questo codice pensano a qualcosa di simile per volume e complessità a quello della strada, o a quello civile.
                      Se leggi la mia firma digitale invece vi accorgete che non la penso cosi...

                      Io credo sempre che la complessità non aiuti in nulla...Ogni cosa nuova in questo mondo porta con se soluzioni, ma anche problemi ( e non lo dico io, ma un certo Popper) e credo che la tua preoccupazione sulla suscettibilità di qualcuno in merito a "discriminazioni" derivi dal fatto che ti sei accorto di questo nella discussione sui moderatori...


                      Quando penso ad un codice deontologico penso a poche elementari regole.

                      D'altra parte quanti sono i comandamenti?.....
                      Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

                      Comment

                      Working...
                      X