Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Anno nuovo, vecchie critiche...

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Anno nuovo, vecchie critiche...

    Rischio di essere ripetitiva, ma questo forum mi piace sempre meno. A distanza di ormai 1 anno non solo non è cambiato nulla, ma presenze e argomenti si sono impoveriti ulteriormente. Ritorno sul fatto che la definizione "Artigiano tecnologico" è un termine che non si può dare al ragazzetto che in casa o quasi applica termotransfert sulle magliette con il ferro da stiro. Ultimamente quei pochi post che ho potuto leggere mi hanno dimostrato quanta impreparazione ed assoluta mancanza di nozioni base, ci siano in alcuni, qui catalogati "professionisti". Come possiamo scambiare ed intavolare argomentazioni che ci aiutino a crescere, a scambiarci idee su test fatti, su materiali, sulle tecniche, sulle problematiche di vendita, forniture e nuove tecnologie, con queste persone? Mah... voi che ne pensate? Dove sono gli entusiasti professionisti che ogni giorno ritrovavo nel forum e che davano lustro a questo strumento e arricchivano il nostro sapere? Io propongo un'alternativa: un luogo a noi riservato per professionisti sopra la media. Possiamo parlarne?

  • #2
    Scusa, cosa intendi per professionisti sopra la media?
    PUBBLISTAMPA
    Assemini (Ca)

    Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
    https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

    Comment


    • #3
      Un termine spicciolo per riferirmi a colleghi che facciano questo lavoro con un po' di esperienza, che realizzino varie fasi di lavoro e che operino in almeno due o tre ambiti contemporaneamente, tipo: lavori tipografici, grafica, serigrafia, incisoria, stampa UV, stampa digitale grande formato, tampografica, Ecc. Altrimenti un negozio di cartoleria che fa fare timbri e bigliettini a qualcun altro e magari in casa ha una termopressa per pressare, per me non è un Artigiano tecnologico.

      Comment


      • #4
        E ti sei chiesta perchè i professionisti sono spariti dal forum? Ed erano in tanti qui che condividevano il loro bagaglio tecnico e perdevano parte del loro tempo ad aiutare i novelli alle prime armi in difficoltà
        PUBBLISTAMPA
        Assemini (Ca)

        Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
        https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

        Comment


        • #5
          Hai detto cose che sono comprensibili ma non giuste....un forum deve essere aperto il piu possibile alla gente per poter portare ricchezza , anche un privato potrebbe portare idee che non può mettere in pratica ma qualcuno di voi potrebbe prendere spunto!! Avere paura di qualcuno che stampa magliette in casa è perdere in partenza....usatelo come spunto per essere migliori! non fermatevi solo al tizio che lavora a nero....e noi paghiamo le tasse eccecc ci vuole perseveranza e il nostro migliore alleato è la concorrenza leale e sleale! senza quella non riusciremo a migliorarci e spingerci a fare di più! poi ultima cosa.... Professionisti sopra la media?! questo termine impoverisce ancora di più l'idea di forum.... con questo sono sicuro che assolutamente non volevi offendere e classificare nessuno, condivido con te che il forum è un po statico.

          Comment


          • #6
            Originalmente inviato da srudioprestige Visualizza messaggio
            Come possiamo scambiare ed intavolare argomentazioni che ci aiutino a crescere, a scambiarci idee su test fatti, su materiali, sulle tecniche, sulle problematiche di vendita, forniture e nuove tecnologie, con queste persone?
            Perché è ciò che abbiamo fatto da quando esiste il forum, ed è lo scopo per cui è nato.
            Molti di noi hanno contribuito a creare, sostenere e far crescere questo forum, e molti dei novellini di allora sono adesso otttimi professionisti anche grazie al nostro aiuto. Alcuni di loro mi chiamano ancora ogni tanto per un consiglio o anche solo per due chiacchere.
            Del resto bisogna pur incominciare da qualche parte, e chi oggi si sente un professionista affermato (e magari lo è davvero) spesso dimentica cosa era quando ha cominciato.

            Oggi purtroppo il forum è morto e sepolto, e forse sarebbe un atto di pietà chiuderlo, ma la causa è una somma di diversi fattori: la comunicazione cambia velocemente, e forse il forum non è più la forma di interazione più attuale, e molti di noi cambiano altrettanto velocemente (diversi "pilastri" del forum hanno cambiato quasi completamente attività e/o settore o stanno per farlo).
            Numerose proposte per evitare la morte del forum sono state fatte in passato, ma come spesso accade sono rimaste lettera morta e questo è il risultato.

            So che qualche tempo fa è stata fatta a Milano una riunione per discutere il futuro del forum, ma non so cosa ne è emerso perché non sono stato invitato (pur essendone moderatore), e quindi la sopravvivenza del forum può tranquillamente smettere di essere un problema che mi riguardi.

            Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
            Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
            STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

            "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

            Comment


            • #7
              E chi lavora con passione non ha bisogno della concorrenza o di un forum per migliorarsi professionalmente.
              I "professionisti" sono spariti dal forum perchè c'è chi spia, raccoglie informazioni preziose, e poi aggredisce il mercato lavorando sottocosto, danneggiando chi lavora seriamente. E non venite a raccontarmi che la qualità paga. In tempi di crisi e degrado culturale quale stiamo vivendo, il 90% dei clienti bada al prezzo e basta.
              PUBBLISTAMPA
              Assemini (Ca)

              Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
              https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

              Comment


              • #8
                D'accordo con Manolo al 100%...

                Comment


                • #9
                  Bene, allora provocare suscita ancora quel fervore che nel forum si era perso..per MarcoGR: si voglio classificare e sapere a chi di le informazioni e inoltre da persona onesta non accetto di condividere con chi lavora in casa in nero. La concorrenza ci deve essere ma deve essere leale.
                  Last edited by srudioprestige; 05-01-2017, 15:27:04.

                  Comment


                  • #10
                    Allora un conto è chi lavora in nero un conto è essere competenti in materia, ti assicuro che ci sono tante, ma tante partive iva che non capiscono una mazza del mestiere che fanno, nel nostro campo ne conosco a mazzi, e sono quelli che rovinano il lavoro, che fanno i prezzi sbagliati, che non sanno educare il cliente e servirlo nel giusto modo, basta portare a casa il lavoro e che quindi vanno a sminuire l'intero settore, magari è "sopra la media" anche la cartoleria che si fa fare i lavori fuori, io ne servo diverse e non hanno mai creato problemi perchè tengono i prezzi giusti e quando non capiscono mi chiedono. La concorrenza sleale ce la facciamo noi e non è solo un discorso di crisi perchè succede da quando ho iniziato questo lavoro e sono purtroppo tanti anni.

                    Comment


                    • #11
                      Stiamo confondendo due cose ben diverse. Un conto è parlare di essere più o meno professionale, un altra è accettare l'attività in nero. Inoltre se è come dice Manolo: I "professionisti" sono spariti dal forum perchè c'è chi spia, raccoglie informazioni preziose, e poi aggredisce il mercato lavorando sottocosto, danneggiando chi lavora seriamente. Mi convinco ancora di più che bisogna creare un forum a 2 livelli, separati ma collegati a senso unico

                      Comment


                      • #12
                        Sezione aziende di settore e sezione cartolai e fruttivendoli

                        Comment


                        • #13
                          Originalmente inviato da srudioprestige Visualizza messaggio
                          Stiamo confondendo due cose ben diverse. Un conto è parlare di essere più o meno professionale, un altra è accettare l'attività in nero. Inoltre se è come dice Manolo: I "professionisti" sono spariti dal forum perchè c'è chi spia, raccoglie informazioni preziose, e poi aggredisce il mercato lavorando sottocosto, danneggiando chi lavora seriamente. Mi convinco ancora di più che bisogna creare un forum a 2 livelli, separati ma collegati a senso unico
                          una domanda ma lavori a livello esclusivamente nazionale? quando scrivete aggredire il mercato lavorando sotto costo....sembra che siete tutte aziende che lavorano nel campo nazionale....e il privato in ogni caso o il lavoratore a nero o lo scemo che lavora sotto costo non può recare danno e confrontarsi su economie a larga scala.... siamo in italia 59 milioni e più .... pensate gestire l'1% e siete a posto! non vi fossilizzate su cose che non riguardano il vostro lavoro! studio prestige per esempio in quanti nella tua provincia hanno una lef12?

                          Comment


                          • #14
                            Ma che c'entra lavorare a livello nazionale o internazionale e possedere o meno una lef?
                            Non capisco perchè un'azienda abituata a lavorare in un certo modo, che paga le tasse e la giusta retribuzione ai dipendenti, che offre prodotti dignitosi al giusto prezzo, debba stravolgere la propria attività perchè un pinco pallino qualunque la mattina si sveglia, cerca informazioni sui forum e in altri social media, apre un'azienda, ha agevolazioni economiche e fiscali di inizio attività, ha dipendenti sottopagati in nero, e porta via i clienti perchè offre gli stessi prodotti a metà prezzo.
                            Ma vi rendete conto che è anche pieno di grafici che si rivolgono ai service per la stampa, e fanno pagare 30 euro al cliente per il progetto grafico e ricaricano dello 0% il prodotto stampato?
                            Siamo al limite dell'assurdo, e non venitemi a parlare di wow, perchè non abbiamo bisogno di lavoretti wow saltuari per campare, ma di produzione continua per coprire le spese ed avere un margine di guadagno che ci consenta di vivere dignitosamente.
                            O si hanno a disposizione grossi capitali da investire per realizzare grossi centri stampa che abbattono i costi, oppure mettetevi in testa che il lavoro dello stampatore artigiano sta tramontando, salvo rari casi di persone altamente creative e molto capaci imprenditorialmente. Io purtroppo non sono fra questi.
                            PUBBLISTAMPA
                            Assemini (Ca)

                            Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
                            https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

                            Comment


                            • #15
                              srudioprestige scusami ma solo per capire meglio, voi in che categoria siete? avete un sito internet per capire cosa fate e a che livello? siete sicuri che i "cartolai e fruttivendoli" mettiamoci anche i magliettari e i bigiottari non possano essere degni artigiani tecnologici.... altro discorso e' quello dell'apertura del forum al mondo esterno.

                              Comment

                              Working...
                              X