Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Tre Fiere!!! Ma quante novità???

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • wio
    replied
    peccato che la Gescom non faccia più le fiere...

    Leave a comment:


  • tosca_052007
    replied
    Originalmente inviato da GPDesign Visualizza messaggio
    Abbiamo tutti certi bisogni
    Beh stare tanto fuori casa...diventa normale...

    Leave a comment:


  • GPDesign
    replied
    Abbiamo tutti certi bisogni

    Leave a comment:


  • greenfax
    replied
    non so le altre, noi siamo andati a lecce e sinceramente , tolti i seminari, era un po' deludente. probabilemnte per l'esiguo spazio in confronto a quello a cui eravamo abituati e milano e bari, ma credo anche perchè un po' tutti demotivati dagli altri eventi concomitanti. Per i seminari comunque valeva la pena farsi 4 ore di macchina.

    Il lato positivo sempre e comunque è stato il rapporto umano ritrovato, anche nel bagni delle Sig.re si possono fare incontri importanti. (V. Sig.ra Hunt)

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    io sono stato (a perdere tempo) a Napoli. mi hanno detto che era la peggiore delle tre!

    Leave a comment:


  • wio
    replied
    Beh quest'anno al centro-sud si è rasentato il ridicolo con le fiere del settore... nello stesso giorno c'erano tre fiere stabili o itineranti: Napoli, Roma e Lecce.

    Fantastico, anzi...direi stupido, anzi..molto stupido!!!

    Qualche mio cliente/amico è stato sia a Roma che Napoli, e questo la dice lunga su quel che c'era da vedere...

    Addirittura l'evento di Roma è nato dopo che in calendario ci fosse già quella di Napoli ed il Viscom itinerante con tappa a Lecce, il che la dice lunga su quali siano i veri interessi degli organizzatori (romani in questo caso)...

    quindi si è trattato di un semplice incontro con clienti, fornitori ed amici che avrebbero praticamente ottenuto lo stesso risultato se ci avessero portati a mangiare una pizza (avrebbero anche risparmiato!)

    In passato ho avuto anche la bellissima opportunità di partecipare come espositore sia al Visual Communication di Milano (che resta la "vera" fiera del settore), sia al Medprint di Roma (dove già si ha un riscontro inferiore).

    Inoltre c'è da aggiungere che Milano, specie per chi viene dalle isole o dal sud, è molto comoda come sede espositiva per via dei trasporti e dei costi di viaggio.
    Quindi ciancio alle bande (diceva Totò) e tutti a Milano.

    Leave a comment:


  • lampetto
    replied
    credo sia frutto di una politica sbagliatissima......
    organizzare fiere è un business x le società che lo fanno.....
    il ragionamento di tanti rivenditori grossisti.....è quello che se non sono in fiera, i clienti possono pensare che sono in crisi e non posso permettermi di fare la fiera appunto......
    ed alla fine le fiere diventano semrpe meno interessanti..... e con novità sempre meno visibili....anche le eventuali novità perdono poi di interesse.....

    Leave a comment:


  • VideoPromo
    replied
    Per questo ho detto che sono contrario a tutte ste manifestazioni in pochissimo tempo.
    Che scambio di informazioni ho se ti ho visto settimana scorsa? Se non ti vedo per alcuni mesi magari, qualche novità c'è....ma cosi...mi diventa un raduno. A questo punto, prendo e preferisco di gran lunga mangiarmi via un pacco di chilometri ma per fare un motoraduno all'estero.
    Non vado oltre e mi fermo...rischio di andare OT...
    Ci vediamo al 6...che bello....

    Leave a comment:


  • tosca_052007
    replied
    Io ho sempre visto le fiere proprio così Giovanni...momenti di incontro e di interscambio e comunicazione...

    Leave a comment:


  • giovannire
    replied
    Ho risposto in maniera indiretta a questa discussione sulla discussione già aperta del Viscom di Lecce.

    per dare maggiore linearità alla lettura riprendo i due punti che avevo scritto nell'altro post:
    Ci ritroviamo con due modi di vivere le fiere.

    1. Visione commerciale. Ricerca di soluzioni hardware, prove, test, depliant.
    2. Visione umana. Basata sulla ricerca, sul confronto, sul ritrovarsi e sulla conversazione.

    Chi è già dentro, chi ha già il suo laboratorio attrezzato predilige la seconda modalità dove, attraverso la conversazione con colleghi-amici, dealer, agenti, ecc. genera nuove connessioni e quindi nuove idee.

    Come al solito vince il mix. Anche se, dal mio punto di vista, la parte umana la fa da padrona.

    Credo che siamo in un momento di transizione. Come molti di voi hanno fatto notare la fiera è l'incontro. Dal mio punto di vista lo sarà sempre di più.

    Lo abbiamo vissuto adesso, lo vivremo giorno 6 Giugno a San Benedetto e lo vivremo in massa a Milano.

    Leave a comment:


  • Franz
    replied
    Al VISCOM di Milano, data la fiera che è io vado volentieri e credo che se una fiera è ben fatta si può anche dedicarci dei giorni e mettersi su un aereo...come faremmo per ad esempio per andare al DRUPA ...quindi il VISCOM di Milano fa bene a rimanere dov'è, visto che Milano e il nord hanno un indotto pubblicitario più grande di quanto non sia quello del centro sud italia eccezion fatta per Roma...E però credo anche che siano interessanti per tanti altri aspetti, i VISCOM regional..

    Dopo questa fiera credo che al di la degli appuntamenti con gli amici AT, riterrò necessarie solo le visite al Viscom di Milano e a quello regional di Roma...e poi potendo, qualche capatina all'estero...

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    a me stanno bene queste "piccole" fiere, non sono mai stata al visual ma dubito che lì ci sia la possibilità di parlare in tranquillità con tutti. sabato e domenica a lecce ho chiaccherato con masserdotti, elmi, con la signora hunt, con tutto lo staff roland.
    sì più delle novità e degli interessanti seminari mi è rimasto il contatto umano. è così bello conoscere la "persona" che è dietro l'imprenditore, il fornitore e noi clienti.
    dietro gli uomini in giacca e cravatta c'è un'anima, un'anima che ha sentimenti e emozioni... è stato così bello vedere i lacrimoni della signora hunt quando il sig. mario picchio ha annunciato un "pixel di vita" della signora!
    son piccole cose che in una fiera grande non puoi fare...
    io azzarderei una rivisitazione del titolo "Tre fiere!!! Ma quante PERSONE???"

    EDIT: provate a vedere i resoconti, ciò che è venuto fuori non sono state le macchine e le novità viste, ma le persone conosciute

    Leave a comment:


  • tampointdigital
    replied
    secondo me servono due belle fiere tipo il visual...una al nord e una al sud o centro/sud

    io sono del nord e vado a milano ...ovvio che se mi fanno il visual a roma o in sicilia non vado!!..oppure ci vado una volta ogni tre anni...
    però è giusto che si faccia un visual al sud...per gli amici del centro sud è scomodo venire a milano....

    quindi gli organizzatori dovrebbero fare due visual...
    anche uguali...solo in due località diverse!!

    Leave a comment:


  • Franz
    replied
    Personalmente, per quelli che sono i miei interessi ho trovato molto più interssante il VISCOM regional a Roma, che dalla sua ha anche il dono della sintesi e di una certa comodità in più offerta dal fatto che sei in un albergo e non in un capannone...

    Il punto di questa fiera è che alla fine sembrava avere più un carattere regionale, anche se sembrava avere pretese più grosse...
    Personalmente sono soddisatto di aver fatto una bella passeggiate e di aver ritrovato e conosciuto altri amici AT...ma se avessi dovuto fare più dei chilometri che ho fatto sarei rimasto sicuramente deluso...

    E sempre personalmente non biasimerei Roland se disertasse certe manifestazioni, ( fermo restando il fatto che immagino che non potessero sapere che fiera sarebbe stata...), molte altre grosse case erano li semplicemente rappresentate da altri dealer...Però c'è da dire che proprio questo mi da un'idea di quanto Roland sia vicina ai suoi utenti, dal momento che oltre al suo dealer c'era anche il suo stand....

    Leave a comment:


  • greenfax
    replied
    Caro Enzo ti sei fatto desiderare. Eravamo convinti in molti che venissi a Lecce e poi.... hai preferito Roma. Questo è il giusto prezzo da pagare-
    Personalemte ho fatto rilevare anche alla Sig.ra Hunt il tono inferiore di questa fiera a Lecce rispetto a Bari dello scorso anno ma entrambe abbiamo constatato che lo spirito deve essere quello di un filo conduttore che porta a rielaborare le informazioni che nella confusione di Milano possono essere sfuggite. Il fulcro e gancio trainante sono i seminari, è lì che l'azienda deve vendersi.
    A Catania sarà sicuramente più seguito. A presto report Lecce.
    Buon lavoro

    Leave a comment:

Working...
X