Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Loghi famosi e diritti di copyright

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Loghi famosi e diritti di copyright

    Mi chiedevo come sia possibile che alcuni miei colleghi vendano tranquillamente, anche sui loro siti, adesivi (soprattutto per il tuning) e t-shirt stampate con loghi famosi.
    Praticamente puoi acquistare presso di loro scegliendo in un catalogo di migliaia di marchi famosi in qualunque settore merceologico.
    Dato il numero di loghi che è possibile scegliere, escludo che possano essere stati autorizzati da ogni singolo proprietario del marchio.
    Ma è una cosa legalmente ammissibile?
    Io, nel caso in cui mi chiedano di riprodurre un logo famoso, normalmente mi faccio fare una dichiarazione scritta dal cliente in cui dichiara di essere stato autorizzato a far riprodurre il logo.
    E non sono nemmeno sicuro che sia sufficiente, in caso di contestazione.
    E comunque non credo che sia possibile utilizzare questo sistema vendendo online a centinaia o migliaia di clienti diversi all'anno.
    Qualcuno è in grado di illuminarmi?
    Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
    Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
    STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

    "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

  • #2
    pensavo anche io di fare cose con marchi tipo abarth, ecc, ma mi trattengo per non finire in galera

    Comment


    • #3
      il laboratorio con cui collaboro ha chiesto autorizzazione ad ogni singolo marchio famoso per poterlo riprodurre sui suoi portachiavi. sino a quella autorizzazione non ho potuto nemmeno mostrare le foto degli articoli nel sito internet

      Comment


      • #4
        Originalmente inviato da Monkey Visualizza messaggio
        il laboratorio con cui collaboro ha chiesto autorizzazione ad ogni singolo marchio famoso per poterlo riprodurre sui suoi portachiavi. sino a quella autorizzazione non ho potuto nemmeno mostrare le foto degli articoli nel sito internet
        Come si sono regolati per i costi?
        in base al tipo di oggetto?
        in base alla quantità?
        in base alla diffusione?........................come?
        Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

        Comment


        • #5
          non ho idea franz

          Comment


          • #6
            In realtà il discorso che ho in mente è molto più complesso.
            Mettiamo il caso che io debba realizzare per conto di un cliente un prodotto stampato che contenga dei loghi chiaramente non di sua proprietà, anche se attinenti al contesto.
            Per fare qualche esempio tra quelli che mi sono capitati:
            - abbigliamento motociclistico da gara riportante il marchio della moto,
            - adesivo per camper/barca/chissaché che riproduce la marca dello stesso,
            - t-shirt o adesivo per auto che riproduce un logo di un produttore che non produce né commercializza abbigliamento o adesivi,
            - abbigliamento da lavoro che riporta il logo di un prodotto venduto da chi lo indossa, ma senza esplicito consenso da parte di chi detiene i diritti del marchio,
            ecc.
            Sono sicuro che anche chi tra voi realizza stampe cu carta, insegne, o altro, si sarà trovato prima o poi in un caso simile a quelli citati.
            Bene, giuridicamente, io il lavoro non potrei farlo.
            Lo faccio usando il buon senso e valutando come e quando il prodotto verrà utilizzato, con il grosso limite della mancanza di una palla di vetro nel novero delle mie attrezzature.
            E, se posso, tutelandomi con la dichiarazione che ho citato, anche se secondo me davanti ad un'azione legale non servirebbe a granché.
            Mi chiedevo però se esiste una serie di norme certe al riguardo.
            O se qualcuno di voi si è trovato in un caso specifico ad avere a che fare con questi problemi.
            La SIAE non mi preoccupa affatto, visto che normalmente ha solo la funzione di certificare la paternità di un marchio, semai mi preoccupano di più eventuali implicazioni penali, viste le ultime modifiche alle leggi sul diritto d'autore.
            Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
            Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
            STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

            "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

            Comment


            • #7
              Diritti

              Diritti...
              Salve a tutti...
              ultimamente mi sono scontrato con una realtà della quale ne sò veramente poco...
              mi spiego:
              Ho inventato dei Kit da applicare sulle moto con le scritte honda, Suzuki, yamaha ecc. ecc.
              Proponendoli a diversi rivenditori, mi sono visto alzare la questione sui diritti.
              Cioè. hai i diritti per stampare e vendere questi prodotti con il nome delle case?
              Chiaramente no....!!!
              Sapete spiegarmi come funziona?
              Se siamo tutti fuori legge o se esiste una " scappatoia "...????

              Comment


              • #8
                ne stavamo parlando qui:
                http://www.rolandforum.com/showthrea...hlight=diritti

                Comment


                • #9
                  Scusate ma io non mi trovo con quanto detto finora...

                  Il cliente è l'unico responsabile dell'utilizzo improprio di marchi, loghi, immagini, font, layout, ecc. ecc.

                  e questo va messo a chiare lettere tra le condizioni di vendita che devono essere accettate dal cliente

                  Non si può pensare di trasformaci in una sorta di Polizia Grafica e giudicare se uno è o meno titolato ad usare un marchio o peggio ancora una immagine.

                  un mio cliente si è fatto rifare alcune insegne per un centro tim. Poteva farlo? Io non lo so... ma credo di sì... se così non fosse la Tim avrà tutte le possibilità per intentare una causa contro di lui e non contro chi ha stampato il cartello.

                  Lo stesso principio vale per un qualsiasi giornale, ne risponde il direttore responsabile e non la tipografia...

                  Avviarsi per altre strade vorrebbe dire non uscirne più...

                  Altra cosa è ovviamente vendere direttamente a terzi maglie o adesivi... questa è falsificazione o sfruttamento di diritti altrui!
                  «Sto lavotando duro per preparare il mio prossimo errore». (Berthold Brecht)
                  Creativa
                  Produzioni Grafiche
                  Via Casilina km 112 - 03032 Arce (Fr)

                  Comment


                  • #10
                    Originalmente inviato da creativastampa Visualizza messaggio
                    Altra cosa è ovviamente vendere direttamente a terzi maglie o adesivi... questa è falsificazione o sfruttamento di diritti altrui!
                    appunto....

                    Comment


                    • #11
                      Originalmente inviato da creativastampa Visualizza messaggio
                      Scusate ma io non mi trovo con quanto detto finora...

                      Il cliente è l'unico responsabile dell'utilizzo improprio di marchi, loghi, immagini, font, layout, ecc. ecc.

                      e questo va messo a chiare lettere tra le condizioni di vendita che devono essere accettate dal cliente

                      Non si può pensare di trasformaci in una sorta di Polizia Grafica e giudicare se uno è o meno titolato ad usare un marchio o peggio ancora una immagine.

                      un mio cliente si è fatto rifare alcune insegne per un centro tim. Poteva farlo? Io non lo so... ma credo di sì... se così non fosse la Tim avrà tutte le possibilità per intentare una causa contro di lui e non contro chi ha stampato il cartello.

                      Lo stesso principio vale per un qualsiasi giornale, ne risponde il direttore responsabile e non la tipografia...

                      Avviarsi per altre strade vorrebbe dire non uscirne più...

                      Altra cosa è ovviamente vendere direttamente a terzi maglie o adesivi... questa è falsificazione o sfruttamento di diritti altrui!
                      Hai ragione, e il buon senso ti direbbe proprio questo.
                      Ma il confine tra la responsabilità del cliente e la tua è stato molto assottigliato dalle ultime norme.
                      Ciò che in sostanza ti potrebbero contestare è che tu non puoi far finta di non sapere che certi marchi sono protetti e non di proprietà del cliente.
                      Altrimenti, anche se vendi gli adesivi singolarmente, puoi sempre dire che pensavi che tutti quelli che l'hanno comprato hanno dichiarato di essere autorizzati ad usare il marchio, ma non è così semplice.
                      E poi ricordati che siamo in Italia e qui non sempre è il buon senso la regola primaria.
                      Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
                      Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
                      STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

                      "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

                      Comment


                      • #12
                        Originalmente inviato da Deyo Visualizza messaggio
                        tu non puoi far finta di non sapere che certi marchi sono protetti e non di proprietà del cliente.
                        Altrimenti, anche se vendi gli adesivi singolarmente, puoi sempre dire che pensavi che tutti quelli che l'hanno comprato hanno dichiarato di essere autorizzati ad usare il marchio, ma non è così semplice.
                        E poi ricordati che siamo in Italia e qui non sempre è il buon senso la regola primaria.
                        No... no...
                        Non possiaomo buttarla sul qualunquismo...

                        oggi come oggi se vai in un armeria o in un negozio di caccia, molto probabilmente troverai distintivi, fregi, adesivi, cappelli, giubbini, palette, ecc. ecc. di carabinieri, polizia, vigili del fuoco e quant'altro...

                        Questo non vuol dire che si è autorizzati a travestiersi da Carabiniere o ad indurre qualcuno in errore...

                        Anche sugli adesivi ci andrei calmo... se questi sono diretti a coloro che hanno il diritto in qualche modo ad utilizzare il marichio!

                        Sennò anche per i timbri sarebbe un bordello...
                        «Sto lavotando duro per preparare il mio prossimo errore». (Berthold Brecht)
                        Creativa
                        Produzioni Grafiche
                        Via Casilina km 112 - 03032 Arce (Fr)

                        Comment


                        • #13
                          ciao ragazzi approfitto per dirvi il mio problema:
                          Mi hanno chiesto per un baby parking di personalizzare un furgone con i personaggi disney... paperino topolino ecc...
                          ma il cliente ha paura per i diritti d'autore
                          qualcuno sa se si possono stampare e montare un mezzo o con la siae poi succedono casini?
                          grazie in anticipo
                          ps sarebbe gradito un link a qualche documentazione inerente
                          saluti
                          cristiano
                          Duplex
                          centro stampa digitale
                          CAGLIARI
                          www.duplexcopy.it

                          roland xj640 + altri

                          Comment


                          • #14
                            Originalmente inviato da lillo Visualizza messaggio
                            ciao ragazzi approfitto per dirvi il mio problema:
                            Mi hanno chiesto per un baby parking di personalizzare un furgone con i personaggi disney... paperino topolino ecc...
                            ma il cliente ha paura per i diritti d'autore
                            qualcuno sa se si possono stampare e montare un mezzo o con la siae poi succedono casini?
                            grazie in anticipo
                            ps sarebbe gradito un link a qualche documentazione inerente
                            saluti
                            cristiano

                            Per la disney sono addirittura cattvi, ho conosciuto dei disegnatori che lavorano per Disney Italia e hanno dei sherlock all'interno con i denti di fuori...li io proporrei altri soggetti....ma minnei e topolino sono intoccabili...poi fai tu...

                            ;o)

                            Comment


                            • #15
                              certo questo è un bel problema...che quasi tutti i terzisti hanno dovuto affrontare o affronteranno....
                              io ad oggi ho avuto svariate "visite" della polizia ......si avete letto bene... certo mai nulla di cattivo....ovvero mandati e simili.....ma non avendo nulla da nascondere la porta e le porte aperte....han guardato girato controllato.....direte senza mandato non si può fare....ma non avendo nulla da nascondere perchè mi devo preoccupare....facciano purche anche loro si comportino bene.... e non con arroganza o presunzione.... purtroppo abbiamo qui intorno diverse realtà "gialle" che in fatto di contraffazione ......
                              su consiglio ricevuto appunto durante una visitina, mi stò tutelando quando mi richiedono la riproduzione di marchi registrati di qualsiasi natura essi siano a farmi fare un documento sottoscritto in cui si afferma che loro sono licenziatari della marca e hanno diritto come concesso a sfruttare il marchio....in modo di sollevarmi e rendermi pulito da responsabilità..... .. penso invece che x chi voglia produrre qualcosa con riprodotto il marchio di questa o quella casa...via opportuno evitarlo a meno che la casa stessa non en fosse informata e avuti pagati i diritti di sfruttamento immagine....


                              certo che stà diventando sempre più difficile lavorare....purtroppo c'è chi vive appunto di sfruttamento immagine o marchio....

                              Comment

                              Working...
                              X