Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Problema colori

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Problema colori

    Se ne sarà sicuramente già parlato ma è dura fare una ricerca.
    La settimana scorsa mi hanno mandato un file in EPS di uno striscione da stampare da metri 11x1,5. Nel file c'era un arancione ed un blu e mi hanno dato il codice Pantone.
    Io ho aperto il file in Corel, il blu e l'arancione erano belli brillanti ma erano in CYMK, ho cambiato il colore col Pantone che mi hanno detto e sono usciti dei colori smorti e il cliente ha avuto da ridire sul risultato finale...
    Ma se io uso il codice Pantone non dovrebbe essere un colore universale?

    Poi un'altra cosa. Mi capita spesso di far stampare striscioni TNT ad una tessitura oppure striscioni o pannelli grandi alla Gescom.
    Non riesco però mai ad ottenere i colori giusti. Cioè, se io imposto dei colori CYMK in Corel e stampo col mio SP300V, non ho mai avuto grossi problemi, i colori sono sempre stati molto simili. Quando invece mando i file a stampare fuori, arrivano sempre colori diversi. Immagino che sia un problema di rip e di inchiostri, ma possibile che non esista un sistema universale per stampare gli stessi colori su tutte le macchine in quadricromia?
    Magari ho fatto una domanda stupida, ma in queste cose di colori ho sempre faticato a capirci qualcosa....

    Grazie
    Mirko
    -----------------
    ValtNet s.r.l.
    Sondrio

  • #2
    Originalmente inviato da Zizzo Visualizza messaggio
    Se ne sarà sicuramente già parlato ma è dura fare una ricerca.
    La settimana scorsa mi hanno mandato un file in EPS di uno striscione da stampare da metri 11x1,5. Nel file c'era un arancione ed un blu e mi hanno dato il codice Pantone.
    Io ho aperto il file in Corel, il blu e l'arancione erano belli brillanti ma erano in CYMK, ho cambiato il colore col Pantone che mi hanno detto e sono usciti dei colori smorti e il cliente ha avuto da ridire sul risultato finale...
    Ma se io uso il codice Pantone non dovrebbe essere un colore universale?

    Poi un'altra cosa. Mi capita spesso di far stampare striscioni TNT ad una tessitura oppure striscioni o pannelli grandi alla Gescom.
    Non riesco però mai ad ottenere i colori giusti. Cioè, se io imposto dei colori CYMK in Corel e stampo col mio SP300V, non ho mai avuto grossi problemi, i colori sono sempre stati molto simili. Quando invece mando i file a stampare fuori, arrivano sempre colori diversi. Immagino che sia un problema di rip e di inchiostri, ma possibile che non esista un sistema universale per stampare gli stessi colori su tutte le macchine in quadricromia?
    Magari ho fatto una domanda stupida, ma in queste cose di colori ho sempre faticato a capirci qualcosa....

    Grazie

    Mirko mi spiace dirtelo ma ti sei risposto da solo: devi cercare prima di chiedere. Immagina il forum come una grande stanza dove qualcuno chiede e qualcuno risponde, se tutti chiedono le stesse cose a distanza di breve tempo non avrebbe senso e si finirebbe per ripetere ripetere e ripetere fino a creare un caos totale di informazioni...invece il forum va tenuto bello e pulito. Pensa a chi invece fa un cerca e trova 25 discussioni sullo stesso argomento e perde tempo a rileggerle tutte!

    Insomma, bisogna capire che il forum è una fonte fondamentale ma non si può aprire una discussione 25 volte per le 25 persone che hanno la stessa domanda..bisogna un attiminimo adattarsi e darsi da fare anzichè attendere che la risposta piova dal cielo. Prendi il forum come un vocabolario, non sai il significato di una parola e la cerchi..non chiami la Zanichelli e chiedi cosa significa la parola, dico bene?

    Niente di personale e nessuna polemica, figurati è solo che in molti fanno così e non ha senso perchè così non si cresce. Anzi, aiutiamoci l'un con l'altro perchè lo spirito sarebbe quello!


    Comunque cerca e vedrai che qualche giorno fà se ne parlato abbastanza, in pratica i pantoni non sono riproducibili in digitale e l'arancione è assai ostico!! Comunque cerca che sono stati abbastanza dettagliati.

    Buon Lavoro!
    Roland is the best!

    Comment


    • #3
      Parlare della gestione del colore nella stampa digitale (in questo specifico caso) non basterebbero dieci aree all'interno di questo forum per toccare tutte le problematiche, le specifiche, le soluzioni o le alternative per far si che un colore esca da quella stramaledetta stampante come l'ha immaginato il grafico o l'architetto o chi per lui. All'interno del forum stesso ci sono molti post relativi a questo argomento. Nel tuo caso parli di colore Pantone, ma ricordati che i colori pantone sono tinte piatte riferiti a stampa esplicitamente fatta su carta. Qui si parla di stampanti digitali che utilizzano una quadricromia per realizzare una tinta piatta stampata su materiali prettamente plastici; puoi girarci attorno ma il risultato non sarà mai identico a quello sperato.
      I grandi service di stampa offrono (almeno alcuni) anche il servizio di richiesta di colori specifici e di Pantone, previo richiesta, appunto, (servizio non gratuito naturalmente) e previo campionature varie. E' naturale che una stampa realizzata da una stampante esterna alla tua attività non avrà mai il risultato ottenuto coi tuoi macchinari. I macchinari possono essere diversi, le tarature dei profili di stampa sicuramente non sono gli stessi. gli inchiostri, i supporti etc....
      Un rip lavora bene col file in CMYK, un altro lavora meglio con l'RGB...
      Non si può avere uno standard assoluto e a volte bisogna accontentarsi e contrattare col cliente.
      Professionalmente parlando ciò è naturale che sia inaccettabile, ma a volte i costi ulteriori che servono per ottenere risultati perfetti scoraggiano sia il produttore del bene che il cliente stesso. E si va tranquillamente verso l'approssimazione.
      Un buon artigiano tecnologico, comunque, sa sempre dove attingere informazioni per cercare di migliorare la propria produzione e sfruttare al meglio le proprie capacità. Frequentare questo forum, ad esempio, è già un ottima cosa. Significa essere in cerca di informazioni importanti.
      Prova perciò a cercare tra gli argomenti per trovare consigli per le profilature colore e sul come gestire i file di stampa (vedi ricetta di Zio Giovanni a questo link: Giovanni Re: Il file per la stampa digitale, come superare l'incubo della preparazione in 10 step )
      Un saluto.
      Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

      Comment


      • #4
        Con l'SP300V stampa, sui materiali che usi maggiormente, la mazzetta colore Roland. E con questa cerchi il colore che più si avvicina a quello che desideri.
        Che più assomiglia, per farlo quasi esatto devi perderci ore di prove miscelando CMYK.
        S.E.A. SERIGRAFIA
        SIEBDRUCK snc ohg
        Больцано

        Comment


        • #5
          Originalmente inviato da sea Visualizza messaggio
          Con l'SP300V stampa, sui materiali che usi maggiormente, la mazzetta colore Roland. E con questa cerchi il colore che più si avvicina a quello che desideri.
          Che più assomiglia, per farlo quasi esatto devi perderci ore di prove miscelando CMYK.
          Questo l'ho già fatto...il problema è quando devo far stampare esternamente poichè io non riesco per dimensioni.
          E poi comunque il cliente pretende i colori che vede lui sul suo monitor che non saranno nemmeno uguali a quelli che vedo io sul mio monitor...quindi ci sono spesso problemi.
          Mirko
          -----------------
          ValtNet s.r.l.
          Sondrio

          Comment


          • #6
            Se stampi con le tue macchine l' unica via e quella di usare Roland Color Sistem Library, ti stampi la tua mazzetta e la tieni come riferimento.
            Ad esempio se ti viene commissionato un lavoro con tinta Pantone devi convertirlo "ad occhio" con la tinta della mazzetta che si avvicina di più.
            Se fai stampare fuori oltre a convertire i colori in CMYK o RGB non esistono altre soluzioni
            Le differenze non credo che siano enormi, nel secondo caso. Il cliente finale farà fatica a percepirle. Per alcuni Studi Grafici invece diventa motivo di contestazione, purtroppo anche perche sanno la grammatica, ma non la pratica
            SERIPLAST Luzzara - RE www.seriplastluzzara.it
            Panizza Davide
            Roland XC 540 - SUMMA DC3 - calandra MAC TAC Flash 1600 - SUMMA T 610

            Comment


            • #7
              Originalmente inviato da Zizzo Visualizza messaggio
              Questo l'ho già fatto...il problema è quando devo far stampare esternamente poichè io non riesco per dimensioni.
              E poi comunque il cliente pretende i colori che vede lui sul suo monitor che non saranno nemmeno uguali a quelli che vedo io sul mio monitor...quindi ci sono spesso problemi.
              Il cliente può pretendere quello che vuole ma se le cose non sono fatte in modo corretto....
              prova ad "avvertire" il cliente che quello che lui vede a monitopr NON verrà in stampa a meno che non calibri il proprio sistema secondo parametri standard ( vd. CMKY euroscale ad es, oppure sRGB o come vuoi tu) ed inoltre i colori a monitor sono "più vivi" poichè il monitor è retro illuminato... e tante altre cose...
              questa mattina ho perso mezz'ora nel cercare di far capire ad una sconosciuta perchè le stampe che aveva fatto fare ad un mio concorrente non erano venute cone diceva lei.... e naturalmente se ne è andata con tanti ringraziamenti senza farmi fare nulla se non perdere del tempo... sig sig sig
              Valeria

              morganti srl
              stampa - fotografia - grafica
              milano
              www.morgantimilano.it

              Comment


              • #8
                Sulla teoria del colore esiste un video di un guru del colore di Verona che con parole esplicite in una trattoria di periferia spiega come affrontare il problema ai suoi commensali
                Giovanni Re avra gia capito se trovo il link lo posto.
                Comunque e una spiegazione divertente ma con un concetto giustissimo
                SERIPLAST Luzzara - RE www.seriplastluzzara.it
                Panizza Davide
                Roland XC 540 - SUMMA DC3 - calandra MAC TAC Flash 1600 - SUMMA T 610

                Comment


                • #9
                  ciao mirko,
                  sono antonello e sono nuovo del forum,
                  stampo in digitale, ma la mia attività principale è la stampa litografica e con i pantoni e i clienti che pretendono la fedeltà nei colori ci litigo tutti i giorni.
                  Il tuo cliente, che ti ha dato un codice pantone, ha sicuramente visto il colore in una classica mazzetta pantone che è stampata su carta patinata e su carta usomano ma non sicuramente sul banner che è il prodotto che tu devi realizzare ed è stata stampata in offset a tinte piatte, una tecnica completamente diversa dalla stampa digitale. Non potrai mai avere la stessa percezione visiva di un colore stampato con tecniche e supporti diversi (carta e PVC). Allo stesso modo non potrai avere la stessa percezione guardando un colore prima al monitor di un computer e poi stampato su un qualsiasi supporto: guardando uno stampato noi abbiamo la percezione del colore per riflessione della luce sullo stesso stampato, su un monitor avviene una cosa diversa: la luce non viene riflessa ma viene emessa dai fosfori del monitor, quindi la percezione visiva e diversa; se aggiungi che tu potresti avere il monitor calibrato mentre il tuo cliente non sa neanche che cosa sia uno spettrofotometro, come vuoi uscirne fuori?
                  l'unica cosa e farsi una mazzetta propria su i supporti che utilizzi, scegli il colore che più si avvicina a quello richiesto dal cliente, fargli un provino direttamente sul supporto da utilizzare e eventualmente sarà il cliente a scegliere il colore dalla tua mazzetta (non quella pantone) che più lo soddisfa e che si avvicina di più a ciò che lui vede sul suo monitor, lo stesso discorso vale per te nei confronti del service che ti stampa ciò che tu non puoi.
                  Poi se riuscissimo ad "educare" il cliente a portarci un file che abbia le caratteristiche giuste per poter essere lavorato sarebbe il massimo, ma, come ti ho detto all'inizio, io ci litigo giornalmente ed ho imparato che quando mi chiedono un preventivo dico loro che se il file lo fornisce il cliente il lavoro costa di più!!! A meno che, naturalmente, chi prepara il file abbia le competenze giuste.
                  Ciao e buon lavoro
                  antonello

                  Comment


                  • #10
                    1. quoto 100%
                    2. probabile futuro "grande del forum"

                    il tuo modo di porre e di spiegare ti mette al tuo terzo post tra quelli che saranno i punti di riferimento del futuro di questo forum. complimenti!
                    W..aleria...la clava!

                    Comment


                    • #11
                      grazie maybe,
                      colgo l'occasione per salutarti

                      Comment

                      Working...
                      X