Annuncio

Collapse
No announcement yet.

fj540 incongruenza colori

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • fj540 incongruenza colori

    buongiorno a tutti,
    avevo gia postato questo problema nella sezione materiali ma non mi ha risposto nessuno provo qui

    nell'azienda dove lavoro abbiamo due plotter a pigmento Roland FJ-540
    ci riforniamo di inchiostri da una ditta locale che ha marchiato le bottiglie da 1 lt con il loro marchio.

    su una macchina ci ha montato una serie marchiata IPP sull'altra BIP
    e ci ha fatto un profilo colore unico per entrabe le macchine,

    stampando lo stesso manifesto sulle 2 macchine a 360x720 bidirezionale il risultato è questo:


    sarei quasi tentato di mettere la serie IPP su entrambe le macchine se non fosse per il fatto che quando la temperatura era più bassa questo tipo di inchiostri tappava continuamente le testine

    la serie BIP invece risulta affidabile da questo punto di vista, posso lasciare le macchine a stampare la notte in tranquillità ma il risultato è davvero scadente

    per il momento ho tengo le due macchine in questo stato per accontentare le i clienti con le urgenze e i clienti che vogliono il colore, ma devo risolvere la situazione in modo tale da poter dividere un ipotetico ordine su entrambe le macchine senza differenze e senza problemi

    secondo voi sto pretendendo troppo?
    voi che carta, inchiostri e profili utilizzate?
    qualche consiglio?

    grazie e chi mi aiuterà.

  • #2
    Provo a rispondere. Questo particolare tipo di esigenza è molto sentita, soprattutto da chi, come te, ha delle stampanti molto produttive (come la Fj540) e utilizza più macchinari complementari per aumentare appunto la produttività. E' scontato che le macchine gemelle debbano utilizzare lo stesso rip di stampa, gli stessi inchiostri e (preferibilmente) lo stesso computer per l'elaborazione. Gli inchiostri hanno un ruolo fondamentale. Rip e computer diversi hanno diverse interpretazioni delle informazioni che poi verranno riversate sulla stampa. Gli ink che monti sulle due macchine, pur essendo simili in apparenza, possono avere pigmentazioni differenti, fluidità e consistenza differente del liquido etc...
    Perciò risulta scontato che per ottenere stampe identiche da macchine gemelle, tutti gli elementi di elaborazione informazioni devono essere gli stessi. Non ricordo se la Fj540 può stampare con due gruppi di testine e quindi la possibilità di stampare con due ink diversi montati sulla stessa macchina. Se possibile (magari chiedi aiuto in assistenza Roland) puoi montare i due ink separatamente ed utilizzare quelli che ti servono a seconda del tipo di lavoro. Un saluto.
    Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

    Comment


    • #3
      grazie per avermi risposto,
      ho chiesto all'azienda che ci fa assistenza ma pare non sia fattibile usare una sola serie per volta.

      Comment


      • #4
        Di consequenza sarebbe opportuno utilizzare un solo tipo di ink (e dalla stampa risulta ovvio quale, se vuoi una stampa di qualità...). Per economicizzare e aumentare la produttività, quindi, puoi sempre gestire i tempi e la qualità direttamente dal rip utilizzando i vari profili di stampa e cambiando la tipologia di supporti, a seconda del prodotto offerto. Un saluto.
        Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

        Comment


        • #5
          gia, ho sottoposto i titolari a questa scelta, loro mi hanno mollato la patata bollente, dicendo che devo trovare il modo di stampare bene e rendere affidabile il processo.

          Comment


          • #6
            Beh, gli puoi rispondere che la botte piena e la moglie ubriaca è difficile da avere. Che ti lascino perciò piena autonomia e non stiano tanto a lamentarsi se, secondo le tue vedute da operatore tecnico dei macchinari, è il caso di effettuare delle scelte non proprio economiche, ma a guadagno della qualità del prodotto. Un saluto.
            Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

            Comment


            • #7
              Hai provato a spiegare che bisogna calibrare il risultato rispetto all'ambiente di lavoro? Per ambiente di lavoro intendiamo macchina, inchiostri, materiale, ambiente. Basta cambiare solo una di queste componenti e il risultato varia. é lo stesso problema che abbiamo in azienda avendo 2 stampanti laser panasonic identiche di due versioni diverse che utilizzano inchiostri vecchia produzione e nuova produzione. i risultati sono diversi quind scegliamo dove stampare e ce lo appuntiamo per le volte successive. ci sono dei limiti tecnici a cui non si può derogare. Prova a far leggere loro questi post e capiranno sicuramente. In bocca al lupo
              ---------
              tecla- atos-greenfax-
              via f.lli grimm 40 -matera-0835386019-
              www.greenfax.it - [email protected]

              grafica - stampa grandi formati - allestimenti fieristici

              Comment


              • #8
                forse potresti montare sulle due macchine profili colore diversi che tengano conto delle differenze degli ink

                Comment


                • #9
                  eh dovrei provare a ottenere i colori brillanti con l'inchiostro affidabile, ma
                  oppure ottenere colori sbiaditi con l'inchiostro non affidabile
                  in tutti e due i casi non avrebbe più senso montare due serie di inchiostri diversi.
                  voi che inchiostri utilizzate? e come vi trovate?

                  Comment


                  • #10
                    io ho una macchina sola e quindi non ho questo problema!

                    Comment

                    Working...
                    X