Annuncio

Collapse
No announcement yet.

DIME VERSA UV LEF 12i

Collapse
X
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • DIME VERSA UV LEF 12i

    Ciao a tutti!
    Sono nuovo del gruppo e ho acquistato da poco un plotter Versa UV lef 12i.
    Come create voi le dime? Ho visto che qualcuno di voi è veramente originale nel farlo!!!
    Fino ad ora abbiamo stampato su posacenere, apribottiglie, penne e porta borse. Il problema che abbiamo riscontrato maggiormente riguarda la stabilità dell'articolo (specialmente le penne e apribottiglie). La dima delle penne ad esempio era un pannello di forex intagliato con la fresa. Nonostante questo le penne non rimanevano ben salde alla base. Solo dopo alcune modifiche siamo riusciti a stampare senza problemi! Ma voi per ogni tipo di penna che stampate cambiate dima?
    Gli apribottiglie invece ci danno problemi perchè sono leggermente stondati e quindi la stampa non viene precisa. Voi stampate solo su articoli perfettamente piatti? In caso contrario, come risolvete il problema della rotondità dell'oggetto?
    Grazie a tutti
    Saluti

  • #2
    Per il bombato non puoi farci molto perchè la stampa UV ha una tolleranza di un paio di mm. stampando in piano. quindi non puoi sfruttare tutta la superficie. Per le dime come hai fatto tu facciamo anche noi, puoi farle anche a laser e c'è chi addirittura qui per delle matite aveva fatto un sistema con gli spagnetti mi pare, ovviamente o le penne sono sempre uguali o devi fare dime diverse...

    Comment


    • pubbliartsrl
      pubbliartsrl commented
      Editing a comment
      Grazie mille!!!

  • #3
    Per le penne io ho fatto 2 dime e vanno bene per tutte..faccio in forex tagliate a fresa

    Comment


    • pubbliartsrl
      pubbliartsrl commented
      Editing a comment
      Grazie mille!!!

  • #4
    Eccomi qui sono quello delle dime strane ahhahahah

    La migliore autocostruita universale, è quella con le strisce di spugnetta antispiffero poiché essendo morbida assorbe la vibrazione. Ho ideato una griglia di riferimeto su cui ho stampato di tutto, dagli apribottiglia ai bicchieri. Per le penne e suoi modelli diversi, non ho mai avuto grandi problemi eccetto che per alcune con la clip più evidente (doppia clip, più larga, forme strane) e in quel caso o le svitavo un po' o mi ingegnavo. La dima fatta con gli spaghetti invece la uso per le matite ed è una vera scheggia poiché la matita ci rotola dentro fino a bloccarsi, piazzo una 50ina di matite per volta molto velocemente senza problemi.

    Per quanto riguarda la rotondità e articoli non piatti, tieni presente che il limite c'è ed è evidente, soprattutto rispetto alla tampografia (di cui ho fatto larghissimo uso) ma puoi riuscire ad ottenere bei risultati con la spunta "distance" con la quale le asperità del piano di lavoro vengono cavalcate quasi senza problemi e addirittura ti concede qualche millimetro in più sul fusto, millimetri che su una penna valgono oro . Unico neo è che con distance la velocità si abbassa: da 4 minuti a piano per un monocolore puoi impiegarci 7 minuti in modalità draft e arrivare fino a 14 minuti per un generic. Il vero problema nasce per quegli oggetti scuri, tondeggianti, che necessitano del bianco e del colorato e che prendono molto spazio. Diciamo che se non hai niente da fare è meglio hahahah

    Piccolo OT: Devo dirti la verità, parere personale e modificabile nel tempo, attualmente non tornerei mai indietro alla tampografia monocolore rispetto a una stampa in quadricromia ma leggermente più piccola e più lenta su una penna.

    Chiaro che se avessi una fresa avrei fatto sicuramente qualche altro esperimento e non mi sarei lanciato su spugnette o su pasta.. ma al momento non posso "concedermi" questo macchinario

    Abbracci!

    Comment


    • pubbliartsrl
      pubbliartsrl commented
      Editing a comment
      Grazie mille! Non sapevo di questa funzione "distance"
      Ciao
Working...
X