Annuncio

Collapse
No announcement yet.

riflessione

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • riflessione

    ma nell'ottica della strategia commerciale funziona di piu' la cattiva e volgare comunicazione del tipo " SIGNORINA NOI PRIMA PULIVAMO I CESSI " ora in vece?

    oppure le piu' razionali linee guida di Mario Picchio e Givanni Re tipo : oceano blu, educazione grafica, cioccolatini digitali e seminari vari ?

    pixart.it in fin dei conti sta' ottenendo grandi risultati comunicativi sopratutto nel forum AT se ne parla fin troppo. A questo punto mi chedo chi a ragione

    che forse funzioni sempre tutto basta far parlare di se' o ci sono delle differenze a secondo della attivita' che si svolgono?

    es. se io faccio un cartello per un lavaggio auto e do' dei sporchi zozzononi ai proprietari dei veicoli se non vengono da me' a lavare la macchina.

    buna giornata e buon lavoro a tutti

  • #2
    ciao

    Originalmente inviato da Gazapictures Visualizza messaggio
    ma nell'ottica della strategia commerciale funziona di piu' la cattiva e volgare comunicazione del tipo " SIGNORINA NOI PRIMA PULIVAMO I CESSI " ora in vece?

    oppure le piu' razionali linee guida di Mario Picchio e Givanni Re tipo : oceano blu, educazione grafica, cioccolatini digitali e seminari vari ?

    pixart.it in fin dei conti sta' ottenendo grandi risultati comunicativi sopratutto nel forum AT se ne parla fin troppo. A questo punto mi chedo chi a ragione

    che forse funzioni sempre tutto basta far parlare di se' o ci sono delle differenze a secondo della attivita' che si svolgono?

    es. se io faccio un cartello per un lavaggio auto e do' dei sporchi zozzononi ai proprietari dei veicoli se non vengono da me' a lavare la macchina.

    buna giornata e buon lavoro a tutti
    ...non sono certo un esperto di scienze della comunicazione...mi limito davvero a dire la mia modesta opinione....
    credo che molto dipende intanto dal prodotto che si vende e poi a chi si vende....
    in base a questo si studia la strategia...
    non credo che un messaggio volgare e cosi' diretto conquisti la media del pubblico ...forse puo' conquistare un certo tipo di pubblico un po estremo...e cosi' via....
    penso che tra le varie cose...bisogna presentarsi sempre in modo trasparente, diponibile e cortese, dare praticamente la sensazione che non c'è nulla di difficile e complesso, il prodotto è ottimo e controllato.
    insomma conquistare la fiducia del cliente mostrandolo in tutte le sue potenzialità e il suo valore aggiunto....credo che questo faccia vendere al commerciante come all'artigiano....alla grande industria e alla piccola...
    ma come dicevo sopra "dipende dal tipo di prodotto e a chi è destinato..."
    mik

    Comment


    • #3
      Originalmente inviato da Gazapictures Visualizza messaggio
      ...pixart.it in fin dei conti sta' ottenendo grandi risultati comunicativi sopratutto nel forum AT se ne parla fin troppo. A questo punto mi chedo chi a ragione...
      Beh...se leggi bene le comunicazioni espresse dalla maggioranza dei presenti sul forum ti renderai conto che moltissimi si lamentano della "puzza" che lascia chi puliva i cessi... eh eh
      ACA Digitale
      service stampa digitale & incisione

      Carlalberto Marchesini
      [email protected]

      Comment


      • #4
        Stile aziendale e comunicazione pubblicitaria

        Ciao Gazapictures, sinceramente si può concordare con te sull'aspetto comunicativo, la domanda che mi pongo è: vogliamo che della nostra azienda passi un messaggio distorto o quello che rappresenti veramente l'etica e lo stile aziendale?

        Ci rendiamo conto che la pubblicità deve colpire con un "batter di ciglia" (ndr: Giovanni Re in Educazione Grafica) e che quindi dobbiamo dare un messaggio che induca stima e competenza nella nostra azienda?

        I grandi marchi e le grandi aziende , come noi del resto, scelgono una propria etica e l'immagine da dare all'esteerno.

        Utilizzare e basarsi solo su un messaggio provocatorio e poco qualificante non mi sembra, giudizio del tutto personale, che possa portare a nulla di buono se ci si rivolge ad un mercato di nicchia, quale è quello di noi piccole e medie imprese, dove il cliente va seguito, coccolato accudito.
        L'esperienza familiare nel commercio da più di qualche decennio ci ha sempre dato ragione su questo punto e in franchezza mi sembra di potervelo consigliare.

        Altra cosa, ogni azienda va valutata per la sua realtà e il suo contesto, ognuno deve cercarsi il suo spazio facendo in modo di rispecchiarsi il più possibile in quello che si fa e nel cliente che si serve.

        Anche Toscani è provocatore ma con stile, ognuno scelga il proprio; è quello che sento di consigliare a tutti noi
        ---------
        tecla- atos-greenfax-
        via f.lli grimm 40 -matera-0835386019-
        www.greenfax.it - [email protected]

        grafica - stampa grandi formati - allestimenti fieristici

        Comment


        • #5
          Il cliente affezionato è un costo?

          Da quanto ho compreso dai vai post sul cliente tipico degli artigiani tecnologici vorrei introdurre queste osservazioni evidenziate dal blog di [mini]marketing.

          Il cliente affezionato è un costo?

          Pretende attenzioni speciali (in effetti, dicono le inchieste, è quel che si attende il 45%), è troppo pratico dei canali d'accesso al fornitore e le usa troppo spesso.
          Ma nel mondo delle merci usa-e-getta l'assistenza e la manutenzione sono in via di sparizione (con tanti saluti a un'altra invenzione degli anni 80, la "qualità totale"). Quindi il servizio post-vendita va ostacolato più che si può. Lunghe attese, spesso a pagamento (si diradano i numeri verdi), dirottamento su binari morti, call-center scostanti non sono sempre inefficienze, possono essere deliberate strategie.

          Il cliente insistente stressa il personale, peggiora il servizio e fa perdere tempo: meglio mollarlo.

          Noi come Roland e come spero buona parte di voi la vediamo in tutt'altro modo. Come dice Tecla il cliente va seguito, coccolato accudito. In piena trasparenza e senza secondi fini.
          Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
          Giovanni Re
          Community Manager
          ROLAND DG Mid Europe

          Comment


          • #6
            Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
            Come dice Tecla il cliente va seguito, coccolato accudito. In piena trasparenza e senza secondi fini.
            Logica e fruttuosa filosofia aziendale che anche io adotto, ma che non sempre dà risultati uguali; ci sono clienti che anche se li coccoli e li accudisci, ti girano le spalle appena trovano qualcuno che gli accarezza il cu...ore meglio di te, ma che gli vende qualcosa a minor prezzo. Perciò quel servizio che noi offriamo volentieri, equivarrebbe a mettere una cravatta ad un maiale.
            Fortunatamente questo tipo di clienti non ne ho trovati moltissimi nella mia carriera e comunque usufruiscono all'interno della mia azienda di un trattamento di "selezione naturale". Comunque i più scaltri tornano sempre.
            L'unico suggerimento che vi dò è di interrogarsi subito e mettersi in discussione non appena questo succede; la maggior parte delle volte è colpa nostra e ci accorgiamo che la cosa poteva essere gestita diversamente e con risultati positivi.
            Un saluto.
            Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

            Comment


            • #7
              sbaglio sempre a postare

              ciao
              Francesco
              http://www.rolandforum.com/showthrea...e+pubblicit%E0

              Comment


              • #8
                Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
                ...il cliente va seguito, coccolato accudito. In piena trasparenza e senza secondi fini.
                nonostante la ns mole da grande service, ragioniamo ancora con un briciolo di artigianalità e tanta correttezza. Quella citata in alto è anche la ns politica attuata sul mercato italiano.
                Un contatto umano vale cento vendite fatte con una fredda email o con un ignobile specchietto per le allodole online, quindi evviva il contatto diretto col cliente. (rivenditore o finale che sia ma con listini diversi!)
                Ed è per questo che mi ritrovo a girare tutto il centro sud eh eh...aiuto!!!
                ACA Digitale
                service stampa digitale & incisione

                Carlalberto Marchesini
                [email protected]

                Comment

                Working...
                X