Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Quali Transfer?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Quali Transfer?

    ho cercato nel forum ma non ho trovato risposte....
    Quali tipi di transfer usate per stampare sulle magliette?
    non ditemi di cercare nel forum , con questo topic voglio proprio fare una sezione apposita per chi ne ha bisogno
    Ricamatore
    1 Brother PR600II 1 Toyota AD860 1 Ricoma RCM-1501
    [email protected]
    http://www.egoten.it

  • #2
    Cosa intendi per trasfer?
    Intaglio..si
    Stampa Digitale....si
    Stampa serigrafica..si
    Stampa off-set...si
    Il campo è vasto..comunque si può iniziare..
    Renzo Anselmi -Publiscreen-Orvieto

    Comment


    • #3
      per l'intaglio puoi usare colorprint (supporto da stampa e taglio) di varie case, fluorescenti, glitterati, vellutini, videoflex

      la cosa migliore è indicare problema, eventuale idea per la soluzione, attrezzatura in possesso.
      Almeno sappiamo da dove iniziare.
      ---------
      tecla- atos-greenfax-
      via f.lli grimm 40 -matera-0835386019-
      www.greenfax.it - [email protected]

      grafica - stampa grandi formati - allestimenti fieristici

      Comment


      • #4
        Originalmente inviato da Personalcaps Visualizza messaggio
        ho cercato nel forum ma non ho trovato risposte....
        Quali tipi di transfer usate per stampare sulle magliette?
        non ditemi di cercare nel forum , con questo topic voglio proprio fare una sezione apposita per chi ne ha bisogno
        Ciao...per la personalizzazione delle t-shirt le variabili e le combinazioni sono parecchie...io a seconda del tessuto uso transfer laser (cotone chiaro) o sublimatici (poliestere chiaro). Un altro discorso è quello per i tessuti scuri per i quali il transfer è più delicato essendo una pellicola stampata e applicata. In questo caso ho verificato che la stampa a solvente da maggiori garanzie di resistenza ai lavaggi. Per quanto riguarda i fornitori ho utilizzato Memo, Tecsys e Aws...buon lavoro...Marco
        La Bottega Multimediale
        Piazza Marconi, 1 - 63034 Montedinove (AP)
        0736.828848 - [email protected]

        Comment


        • #5
          Originalmente inviato da renzoanselmi Visualizza messaggio
          Cosa intendi per trasfer?
          Intaglio..si
          Stampa Digitale....si
          Stampa serigrafica..si
          Stampa off-set...si
          Il campo è vasto..comunque si può iniziare..
          vabbè, la mia è curiosità a tutto campo, dato che non conosco la materia.
          Mi state dando tantissime informazioni utili.
          Io ho anche trovato su internet un transfer che non ha bisogno di essere intagliato per l'applicazione, si chiama WOW 7.0, ovviamente non è indicato per grosse quantità dato il suo costo elevato a foglio A4 e non esistono altre misure.
          Ricamatore
          1 Brother PR600II 1 Toyota AD860 1 Ricoma RCM-1501
          [email protected]
          http://www.egoten.it

          Comment


          • #6
            Originalmente inviato da Personalcaps Visualizza messaggio
            vabbè, la mia è curiosità a tutto campo, dato che non conosco la materia.
            Mi state dando tantissime informazioni utili.
            Io ho anche trovato su internet un transfer che non ha bisogno di essere intagliato per l'applicazione, si chiama WOW 7.0, ovviamente non è indicato per grosse quantità dato il suo costo elevato a foglio A4 e non esistono altre misure.
            ...sì, è della Memo...è interessante perchè lascia una mano morbida per il tessuto, daro che si utilizza per lo scuro,...ma è parecchio macchinoso per la preparazione...e poi ha un costo spropositato!
            La Bottega Multimediale
            Piazza Marconi, 1 - 63034 Montedinove (AP)
            0736.828848 - [email protected]

            Comment


            • #7
              Originalmente inviato da Personalcaps Visualizza messaggio
              vabbè, la mia è curiosità a tutto campo, dato che non conosco la materia.
              Mi state dando tantissime informazioni utili.
              Io ho anche trovato su internet un transfer che non ha bisogno di essere intagliato per l'applicazione, si chiama WOW 7.0, ovviamente non è indicato per grosse quantità dato il suo costo elevato a foglio A4 e non esistono altre misure.
              la nostra esperta è Nikki72 (siser)

              Comment


              • #8
                Originalmente inviato da labottegamultimediale Visualizza messaggio
                ...sì, è della Memo...è interessante perchè lascia una mano morbida per il tessuto, daro che si utilizza per lo scuro,...ma è parecchio macchinoso per la preparazione...e poi ha un costo spropositato!
                esatto, prezzo esagerato, ma se ti serve per fare delle stampe in feste e fiere secondo me può andare... ripeto, non va bene per grosse quantità dato il suo costo elevato.
                Ricamatore
                1 Brother PR600II 1 Toyota AD860 1 Ricoma RCM-1501
                [email protected]
                http://www.egoten.it

                Comment


                • #9
                  Anche qui trovi l'autoscontornante, e sempre un prodotto costoso
                  www.resincart.com
                  Romeo
                  Professionista per passione

                  Comment


                  • #10
                    WOW 7.0!? Ho visto una dimostrazione in fiera a milano e la prima cosa che ho pensato è stata "Wow", la seconda "se va beh! 4€ al foglio A4 e un quarto d'ora per stampare una maglietta mi sembra un pò poco produttivo...

                    Questa è la mia opinione, non me ne vogliano quelli della Memo (rivenditore escusivo) dai quali acquisto il il TTC 3.1 per i tessuti bianchi e l'OBM 5.6 per gli scuri e mi trovo molto bene (anche se con i tranfer stampati a laser in generale coi lavaggi la grafica si scolorisce alla svelta (vi prego smentitemi! )).

                    Con il termosaldo da intaglio che acquisto dalla Spandex non mi è mai tornata indietro una maglietta...
                    Wrappatori sull'orlo di una crisi di nervi...

                    Comment


                    • #11
                      Cerco di farti un riepilogo veloce, abbastanza completo ma sintetico, se qualcuno ha da aggiungere e/o correggere è invitato a procedere.
                      I transfer per tessuto si possono essenzialmente dividere in due grosse famiglie: digitali e "analogici" (passatemi il termine).
                      Tutti, indistintamente, devono essere stampati su un supporto adeguato (carta o poliestere, oppure materiali direttamente trasferibili) e successivamente trasferiti a caldo.

                      Quelli digitali possono essere:
                      - laser: da scontornare o meno, costo alto ma consentono anche tiratura di un solo pezzo. Tenuta discutibile.
                      - inkjet a solvente/ecosolvente: ottimo rapporto qualità prezzo, ottima tenuta, buona definizione e abbastanza gradevoli al tatto. Niente costi di impianto, anche basse tirature. Unico limite lo scontorno non sempre possibile.
                      - sublimatici: solo su tessuti sintetici, stesso discorso dei precedenti riguardo i costi, ottima tenuta.
                      - vinili da intaglio: materiali direttamente intagliabili e termosaldabili. Ottima tenuta. Costi variabili a seconda della complessità. Limitazioni nella quantità dei colori e nella complessità del soggetto.

                      Quelli "analogici" possono essere:
                      - serigrafici: si stampa a rovescio su carta o poliestere mediante inchiostri termosaldabili o resi tali, e poi si applica. Costo inferiore alla stapa diretta, potendo stampare più soggetti con un unico impianto, ma necessitano di impianti di stampa. Ottima tenuta, solo leggermente inferiore alla stampa diretta. Su tessuti difficili, tipo il piquet, consentono maggiore definizione rispetto alla serigrafia diretta.
                      - offset: stesso principio dei precedenti, ma costo inferiore e qualità superiore. Tenuta buona nella maggioranza dei casi. Normalmente richiedono alte tirature, ma permettono di realizzare soggetti molto complessi anche dal punto di vista cromatico.
                      - sublimatici: stesso discorso degli analoghi digitali, ma realizzati in serigrafia, con l'aggravante degli impianti necessari.

                      Esistono poi altre applicazioni, tipo le patch in floccato stampato in serigrafia ed i ricami termosaldabili, che possono essere considerati transfer, ma sono lavorazioni particolari e richiedono tecniche differenti dalle precedenti.
                      Praticamente tutti i produttori più noti hanno in catalogo materiali adatti a ciascun tipo di lavorazione, ma alcune di queste richiedono comunque atrezzature e tecniche non banali.
                      Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
                      Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
                      STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

                      "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

                      Comment


                      • #12
                        io uso i tranfer della shock line...vorrei provare qualcos'altro per maglie scure! quello della shock non è male perchè fa poco spessore...magari quelli che dite voi sono migliori
                        TAMpointdigital
                        San Floriano Vr - <span style="font-size:8px"><i>tampo....it</i></span>
                        La felicità non è volere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha. (O.Wilde)

                        Comment


                        • #13
                          Conciso e chiaro
                          un ultima cosa ho visto delle stampanti epson modificate, a parte i costi iniziali che penso siano alti, ma tenuta colore, durata stampa, mi sai dire qualcosa?
                          Grazie Andrea

                          Comment


                          • #14
                            Se ti riferisci ai sistemi DOG (direct on garment), i tempi sono ancora lungi dall'essere maturi.
                            I costi sono altissimi, i tempi di lavorazione lunghi e la tenuta deludente.
                            Andrea - Seridea s.a.s. - Torino - www.seridea.it
                            Serigrafia - Ricamo - Stampa digitale a ecosolvente e UV - Applicazione a caldo di vinile, borchie, strass
                            STAMPA DIGITALE DIRETTA SU ABBIGLIAMENTO

                            "Non soffro mai per le mie scelte, in genere sono le sofferenze a portarmi a compiere scelte importanti che devono portarmi ad un miglioramento" Fabio Mex

                            Comment


                            • #15
                              ehm non so come si chiama ma le ho viste in fiera.
                              Grazie

                              perchè non fai una pagina wiki di questo...

                              Comment

                              Working...
                              X