Annuncio

Collapse
No announcement yet.

La notte del lavoro narrato

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • La notte del lavoro narrato

    Sono stato catturato dall'idea di Vincenzo Moretti che condivido con voi. io sto cercando di preparare una edizione e San Benedetto del Tronto ma vi invito di farlo anche voi. Anche a casa con qualche vostro amico invitando gli amici dei vostri figli. Credo sia molto importante per il futuro del nostro paese raccontare storie positive come tante delle vostre.

    A seguito il manifesto dell'evento diffuso.
    _______________



    Ci piace l’Italia che pensa lavoro, dunque sono, merito rispetto, considerazione. L’Italia che dà più valore al lavoro e meno valore ai soldi, più valore a ciò che le persone sanno, e sanno fare, e meno valore a ciò che hanno.
    L’Italia che crede nel lavoro come identità, dignità, diritti, responsabilità,autonomia, futuro e dunque non lo considera soltanto un mezzo, una necessità, ma anche un fine, una possibilità.
    L’Italia che chiede rispetto per il lavoro e per chi lavora, riconoscimento per chi merita, sostegno per chi innova, inclusione per chi si trova in una condizione di svantaggio non per propria colpa ma per gli esiti della lotteria sociale.
    L’Italia che considera il lavoro ben fatto il centro, il motore, l’anima del processo di cambiamento, l’approccio in grado di tenere assieme l’ebanista e il maker, l’azienda agricola e il rural hub, il cantiere edile e l’impresa di pannelli solari, il borgo antico e la smart city.
    L’Italia che pensa che ciò che va quasi bene non va bene, che mette sempre una parte di sé in quello che fa, che prova soddisfazione nel fare bene una cosa a prescindere, qualunque essa sia: pulire una strada, progettare un centro direzionale, scrivere l’enciclopedia del dna, cucinare la pasta e fagioli.
    L’Italia che compete perché nel lavoro valorizza la dedizione, la cura, l’intelligenza, la qualità, la professionalità, l’eccellenza, la conoscenza, l’innovazione, la bellezza.
    L’Italia del barista e della scienziata, dell’artigiano e dell’impiegata, del musicista e dell’operaia, del ferroviere e dell’apicultore, della maestra e del maker, dello startupper e del meccanico, donne e uomini normali che ogni giorno con il proprio lavoro, con l’intelligenza, l’amore, l’impegno che mettono nelle cose che fanno, creano le condizioni per dare più senso e significato alle loro vite e dare più futuro al nostro Paese.

    La Notte del Lavoro Narrato nasce da qui, dall’idea che non c’è lavoro di cui ci si debba vergognare, che lavorare con passione e impegno vuol dire condividere una missione, quella stessa che fa grande una nazione.
    La Notte del Lavoro Narrato è l’incontro di donne e uomini diversi per età, interessi, convincimenti e però accomunati da questa voglia di fare bene le cose, di trovare nel lavoro il senso di una vita più ricca e dunque più degna di essere vissuta, di contribuire tutti assieme, portando ciascuno il proprio mattoncino, al rinascimento dell’Italia.

    Il 30 Aprile 2015, a partire dalle 20.30, in tutti i luoghi che aderiscono all’iniziativa, ci incontreremo per leggere, narrare, cantare, dipingere, rappresentare, condividere storie di lavoro.

    Dove c’è lavoro c’è Italia.
    Partecipate anche voi a La Notte del Lavoro Narrato 2015.
    Potete organizzare in un fablab, una libreria, una biblioteca, un campo di grano, una bottega, un’associazione, una scuola, un posto di lavoro, un circolo culturale, un caffè letterario, a casa vostra, in pratica dove vi pare. Potete essere in tre o in tremila, non importa. Si comincia alle 20.30 e si avanti fino a quando ce n’è. Potete fare foto, video, testi e condividerli sui social network utilizzando l’hushtag #lavoronarrato.

    We can. Si può fare. E allora facimme.
    Facciamo vivere l’Italia che mette testa, mani e cuore nelle cose che fa. L’Italia dell’intelligenza collettiva, della bellezza che diventa ricchezza, della cultura che diventa sviluppo, della storia che diventa futuro.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe
Working...
X