Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Viscom Makers Campus by Roland Experience Day

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Viscom Makers Campus by Roland Experience Day

    Il progetto "Viscom Makers Campus by Roland Experience Day" nasce dall'esigenza di fornire una innovazione sostanziale al mondo del visual communication. La sua struttura si basa su quattro principi base:
    1. Imparare facendo.
      Il processo di apprendimento basato sull'esperienza non può mai essere esclusivamente teorico, per imparare occorrono ripetute e costanti interazioni col mondo reale.
    2. aumentare la diversità
      Per incentivare il verificarsi di fenomeni di serendipity (scoperta casuale di nuovi elementi) bisogna aumentare le occasioni di confronto tra persone e community diverse.
    3. Celebrare l'interazione tra pari
      L’apprendimento per imitazione, contrariamente a quanto si crede, promuove l’innovazione.
    4. Connettere tribù
      dare l’esempio ai membri delle comunità attraverso la diffusione dei valori alla base di ciò che viene vissuto.
    La struttura dell'area è divisa in quattro blocchi sequenziali
    1. Ricevimento
    2. ‎Gruppo di lavoro e ideazione
    3. Fare
    4. Condivisione e mostra
    1. Ricevimento
    Lo spazio aperto avrà un area di ingresso. Le persone verranno registate ed in base a delle domande specifiche verrà dato loro un badge che lo indirizzerà ad uno specifico gruppo di lavoro e lo renderà riconoscibile dalle altre persone presenti nel campus.Abbiamo ipotizzato quattro gruppi di lavoro
    • Guppo A - Abbigliamento
    • Gruppo B - interior decoration e vetrinistica
    • Gruppo C - Wow
    • Gruppo D - automotive
    • Gruppo E - Incisoria e Modellazione 3D
    • Gruppo F - VIC Visual Interactive Communication

    In ogni caso ci sarà l'intento di alimentare le applicazioni VIC (Visual Interactive Communication) in ogni area.
    Le idee sviluppate nel workshop saranno appese nella parete e verrà fatto un contest per aggiudicare la migliore idea.

    A seguire i gruppi ci sarà un gruppo di artigiani tecnologici scelti e gli amministratori o influenzatori delle altre community presenti nell'area. Tra le Community saranno presenti:
    • Artigiani Tecnologici
    • Community di Arduino
    • Roba da grafici
    • Crafici creativi
    • Designer universitari del Polimi (Design hub), Indaco
    • Designer dell'università la Sapienza
    • Accademia belle arti Aquila
    • Unicam di Ascoli Piceno
    • Makers del gruppo "Fabber in Italia"
    • Elettronica IN

    Ognuna di loro avrà un piccolo spazio e relativo logo e la possibilità di crearsi i propri gadget da regalare con le attrezzature a disposizione.
    Nelle arere di lavoro sarà disponibile una rete wi-fi e una password utile per approfondire informazioni sull'applicazione da creare, reperire file, postare foto ed altro nei vari canali sociali utilizzando degli Hashtag come "#ViscomCampus12" che identificheranno l'evento.

    2. ‎Gruppo di lavoro e ideazione
    Il secondo step sarà quello di istruzione e innovazione. Ci saranno dei brevi brief ogni 2 ore dove verranno enunciati i parametri del wow, e verrà effettuato un esercizio di Innovazione dirompente.
    3. Fare
    Nell'area Making saranno presenti diversi macchinari Roland e altre attrezzature (non competitor a Roland) divisi per tipologia di lavoro nelle aree evidenziate sin dall'ingresso.
    Nell'area ci saranno almeno tavoli di lavoro che produrranno tre livelli di applicazioni:

    Livello 1 - Applicazioni immediate con supporto di Artigiani tecnologici e tutorials
    • T-shirt
    • Strass
    • Acidatura su vetro
    • Stencil
    • Wrapping semplice
    • Packaging
    • Personalizzazione cover iPhone
    • Fotoincisione
    • Incisione
    • Modellazione 3D con iModela

    Livello 2 -
    Idea proveniente da contest (definire il contest con le varie community). Le persone che hanno già preparato l'idea passano direttamente a questo step. Per poi ritrovarsi alcune applicazioni già create nell'area espositiva.Queste applicazioni saranno corredate da foto, video e rimarranno al Creative Center. Le più belle saranno presentate all'Experience Day del 2013.

    Livello 3 - Idee WOW
    Alcune idee wow (nel limite della fattibilità) saranno realizzate nel campus.

    4. Condivisione e mostra
    Le applicazioni del livello 2 e 3 saranno esposte in un area espositiva.Tutte le idee provenienti dal contest online e quelle sviluppate nel workshop saranno esposte con descrizione di autore, community e votazione.
    Le migliori 2 per ogni community vinceranno un corso (vitto e alloggio compreso) alla Roland Academy.


    Crediamo tantissimo che questa formula possa portare dei benefici a tutti coloro che parteciperanno. La predisposizione al dialogo, all’ascolto reciproco e ai punti di vista differenti favorisce enormemente la diffusione della conoscenza. Il nostro obiettivo, tramite dei soggetti capaci di connettere operatori economici distanti tra loro, è quello di creare un network inclusivo che accelleri l'innovazione nel mondo della comunicazione visiva.

    Insieme a questo progetto ci sarà il nostro portale "FareStampare" connesso con le altre realtà che saranno nostri partner in questa avventura.

    Il Campus by Roland Experience Day insieme a voi tutti concretizzerà questa visione.
    Last edited by giovannire; 06-09-2012, 12:25:44.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

  • #2
    Alcuni di voi sono già stati avvertiti e saranno presenti nel Campus per dare supporto alle 5 aree. Altri li devo ancora contattare ma quello che ci tengo a precisare è che non vogliamo essere un circolo chiuso. Vogliamo esssre aperti a tutti coloro che vorranno mettersi in prima linea partecipando attivamente a questo evento.

    Attendo le vostre candidature basate sulle vostre competenze e sulla voglia di far gruppo in quello che sarà L'EVENTO di Viscom!

    Siamo pronti a qualsiasi consiglio per realizzare quanto di più WOW si possa fare in fiera.
    Per esempio questa notte mi è venuto in mente di chiamare l'artigiano tecnologico Luminarie De Cagna che realizza queste splendide luminarie a Led.
    500_0_2791363_59258.jpg

    Posizionate nel perimetro darebbero un senso di festa a tutta l'area, attrarrebbero curiosità e in ogni caso parlerebbero di un artigiano tecnologico che si è distinto a livello mondiale in una nicchia ben precisa.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

    Comment


    • #3
      Gruppo A - Abbigliamento
      "crea la tua t-shirt"
      2 BN-20
      1 GX-24
      Pressa
      Materiali Siser Colorprint + Materiali da taglio
      Magliette (definire fornitore)

      Gruppo B - interior decoration e design
      "cosa decoro oggi?"
      SP-540
      Materiali: PS-fresco - Vinile da parete

      Gruppo C - outdoor (cartellonistica e insegne)
      LEC-330
      LEF-12
      Cover iPhone, oggettistica
      Materiale: Backlit
      Sistema illuminazione LED
      Cassonetto già montato

      Gruppo D - automotive
      VS-420
      Materiali: Cast
      Moto o oggetto da wrappare
      Pistola a caldo

      Guppo E - Incisoria e Modellazione 3D
      EGX-350
      EGX-600

      Gruppo F - VIC Visual Interactive Communication
      2 iModela
      Arduino

      Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
      Giovanni Re
      Community Manager
      ROLAND DG Mid Europe

      Comment


      • #4
        ci sono un paio di domande che vorrei fare, ma aspetto il Magic Moment
        ma le anticipo qui: - sviluppo del WOW? chi lo ha fatto e quanto beneficio ha avuto? (esempio: quanto rende stampare carte vetrate?)
        - Laboratorio Anti Crisi? sviluppi ? - Carpisa è fallita?
        Inoltre propongo il Gruppo G : "possiamo vivere decentemente con applicazioni convenzionali?"

        Ho tanti fratelli che non riesco a contarli e una sorella bellissima che si chiama libertà.
        www.tratto.info [email protected]

        Comment


        • #5
          E' indubbio che l'applicazione convenzionale è quella che vi porta la pagnotta quotidiana nel vostro laboratorio. E' anche vero che molti dei clienti convenzionali si aspettano qualcosa di più. Qualcosa di unico, di straordinario. Il wow è semplicemente l'elemento di diversificazione rispetto le proposte convenzionali. E' un modo per misurare e far percepire l'efficacia di comunicazione al cliente ignorante.

          La stessa cosa potremmo dirla noi in Roland con la iModela. E' un prodotto WOW, ma quanto ha venduto?
          La risposta è semplice. Ha venduto poco ma ha fatto conoscere Roland a delle persone che hanno iniziato a vedere noi come i fornitori di attrezzature dei makers.

          Se poi andiamo ad analizzare, i casi di applicazioni wow iniziano a far capolino. Non possiamo pretendere che tutto avvenga in un attimo ma ci sono tanti giovani che non sanno neppure cosa sono le applicazioni convenzionali perchè sono concentrati a pensare cose wow.

          Non è da tutti, ma loro fra poco arriveranno.
          Carpisa, per altri motivi, non ha ancora aperto la sede di Roma. Il progetto che sarà realizzato è uno dei nostri.
          Frontiers of Interaction ha realizzato applicazioni Wow tramite ShinLong.
          527096_10151305269977627_938406948_n.jpg
          Mattia Casarotto ha inaugurato un altro centro Powertuning assolutamente WOW
          https://www.facebook.com/media/set/?...3244528&type=3
          552525_256922537753519_1898661796_n.jpg

          Quello che ci tengo a dire è che questo è solo uno dei modi per vedere al di là della standardizzazione. Uno dei sistemi per non fare la fine della rana.

          ...ne riparliamo al MM
          Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
          Giovanni Re
          Community Manager
          ROLAND DG Mid Europe

          Comment


          • #6
            Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
            Per esempio questa notte mi è venuto in mente di chiamare l'artigiano tecnologico......
            scommetti che indovino la scena, ti sei alzato e hai preso il taccuino sul comodino per appuntarlo, giusto?

            Comment


            • #7
              Originalmente inviato da gbatta Visualizza messaggio
              scommetti che indovino la scena, ti sei alzato e hai preso il taccuino sul comodino per appuntarlo, giusto?
              Bravo Gianni! È un peccato non appuntare qualsiasi idea.
              Se poi la condividete è al 50% realizzata.
              Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
              Giovanni Re
              Community Manager
              ROLAND DG Mid Europe

              Comment


              • #8
                ok, da oggi vado a dormire con taccuino e matita......

                buon lavoro

                Comment


                • #9
                  Nel campus ci baseremo sula generazione di relazioni spontanee ed orizzontali puntando sul fatto che il potenziale innovativo del mercato è frenato dall’esistenza di alti costi di transazione, le cosiddette “barriere sociali”. Queste barriere sono dovute all’irrazionalità dell’essere umano. Le “ barriere sociali” sono nocive perché impediscono gli scambi tra individui profondamente diversi dal punto di vista socio-culturale, vale a dire quelli che in genere sono gli scambi più proficui. L’esistenza di queste barriere è determinata, per la precisione, da un’ostilità verso l’esterno istintiva e primitiva, quasi “tribale”, che abbiamo ereditato dai nostri antenati.

                  Nel Viscom Maker Campus avremo la presenza di soggetti capaci di connettere operatori economici distanti tra loro e di creare un network inclusivo.

                  Questi vostri colleghi, tramite l’adozione di alcune regole informali ci permetteranno di superare la diffidenza iniziale e di costruire solidi rapporti di fiducia tra tutti i partecipanti.

                  Quali sono le regole da seguire?

                  Regola 1 : Sognare
                  Le persone devono rompere gli schemi esistenti, devono osare, perché pensare in grande è la prima condizione per realizzare almeno in parte il proprio progetto.

                  Regola 2: Porte aperte
                  La predisposizione al dialogo, all’ascolto reciproco e ai punti di vista differenti favorisce enormemente la diffusione della conoscenza.

                  Regola 3 : Aver fiducia
                  Affinché le relazioni nascano e si sviluppino è necessaria una fiducia reciproca tra le parti, così da abbassare i “transaction cost”, ridurre le distanze e velocizzare il processo innovativo.

                  Regola 4 : Sperimentare
                  La velocità e la potenza del processo innovativo dipendono in misura rilevante anche dal modo di testare i propri prodotti: il processo sperimentale collettivo è conveniente perché abbassa il costo individuale del fallimento.

                  Regola 5 : Equità
                  Le persone investono e continuano a investire fintanto che le promesse fatte continuano ad essere mantenute. I comportamenti egoistici, che puntano a guadagnare nel breve periodo, infrangono queste promesse e il clima di fiducia esistente, impedendo al progetto di dispiegarsi in maniera compiuta.

                  Regola 6 : Predisposizione al Fallimento
                  Questo è un punto molto importante: va diffusa e difesa un’etica del fallimento, visto non più come fine irreversibile della propria esperienza imprenditoriale, ma come stimolo ad un continuo miglioraento. Il fallimento è il primo passo verso l’apprendimento.

                  Regola 7 : Cultura del dono
                  Ancora una volta emerge l’importanza di una visione lungimirante e complessiva dell’attività economica: fare favori senza aspettarsi niente in cambio, nel lungo periodo ripaga, spesso in maniera più che proporzionale.
                  Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                  Giovanni Re
                  Community Manager
                  ROLAND DG Mid Europe

                  Comment


                  • #10
                    forse oggi ho il dente avvelenato, ma il punt5 e il punto 6 mi sembrano perlomeno fuoriluogo

                    EQUITa:
                    la gente è stufa d'investire fintanto questo regime fiscale ti tassa il 70% degl'utili, e fin qui ci possiamo stare....ma ti tassa anche i macchinari (su cui tu hai speso soldi) anche se stanno fermi perche secondo loro producono reddito (vedi studi di settore)

                    PREDISPOSIZIONE AL FALLIMENTO: l'italia non è gli stati uniti. qui se fallisci sei marchiato a vita con il bollo del disonore. Mai piu un finanziamento, mai piu un fido o libretto assegni. Mai più niente di niente. E in queste condizioni come pensi di poter ripartire?
                    "Sono sempre stato un mostro molto preciso, ma ultimamente la verità ha iniziato a trapelare e troppe persone sono riuscite a scorgere il quadro d'insieme. Sto perdendo il controllo, e l'unica cosa che so con certezza è che non sarà un bello spettacolo."

                    Dexter Morgan

                    Comment


                    • #11
                      Parlo di fallimenti come quello descritto dall'amico Riccardo Luna (ex direttore di Wired) in questo articolo
                      La famosa cultura del fallimento che non c’è | Riccardo Luna
                      Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                      Giovanni Re
                      Community Manager
                      ROLAND DG Mid Europe

                      Comment


                      • #12
                        Queste le persone che faranno da connettori nell'area:

                        Guppo A - Abbigliamento
                        Attrezzatura: 2 BN-20 - GX-24
                        Pressa e materiali SISER
                        Referenti
                        Alessandro Spaziani
                        Andrea Demonte


                        Gruppo B - interior decoration
                        Attrezzatura . VS-400
                        Parete preparata
                        Materiali PS-Fresco
                        Referenti
                        Max Petrignani
                        Pasquale Greco
                        Giuseppe Biondi


                        Gruppo C - WOW
                        Attrezzatura: Lec-330, LEF-12
                        Referenti
                        Nicola Landoni
                        Leonardo Zanotto


                        Gruppo D - automotive
                        Attrezzatura: RE-640
                        pellicola cast, pistola a caldo e attrezzatura per
                        wrappare
                        Referenti
                        Andrea Bersacchi
                        Romeo Jommi
                        Davide Boggian


                        Gruppo E - Incisoria
                        Attrezzatura: EGX-600, EGX-350
                        piastrine MPX-90
                        Referenti
                        Gatto
                        Francesco (INK)


                        Gruppo F- VIC
                        Attrezzatura: iModela, Arduino
                        Esempi dei lavori realizzati al corso
                        Referenti
                        Sergio Baselice
                        Domavideo
                        Davide Gomba
                        Roberto Ferri

                        Con (quasi tutte) le persone in questa lista abbiamo già discusso il da farsi. Questo non significa che non accettiamo altri "volontari" anzi vogliamo generare quanto più coinvolgmento possibile possibilmente con persone che non hanno mai agito in gruppo.

                        Vi assicuro che è una esperienza straordinaria.
                        Chi vuole, mi mandi la richiesta di partecipazione al campus come "volontario". Avrà in omaggio un esclusivo abbigliamento da Maker Campus e la partecipazione gratuita al prossimo Woworkshop che terremo in Roland!

                        https://docs.google.com/a/rolanddme....NFRKdHpEaHc6MQ
                        Last edited by giovannire; 03-09-2012, 16:35:56.
                        Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                        Giovanni Re
                        Community Manager
                        ROLAND DG Mid Europe

                        Comment


                        • #13
                          Gio come si fa a partecipare? non l'aacaunt roland
                          NEON for LIFE

                          Comment


                          • #14
                            è ufficiale posso anche io essere al VISCOM quest'anno.
                            Gio se posso essere d'aiuto fammi sapere magari intando ti compilo il modulo
                            Non si tratta tanto di pensare di più, quanto di pensare diversamente. (Jean Maria Domenach)

                            "Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo"
                            Ernesto Che Guevara


                            www.seriartrg.com

                            Comment


                            • #15
                              Originalmente inviato da Akume Visualizza messaggio
                              è ufficiale posso anche io essere al VISCOM quest'anno.
                              Gio se posso essere d'aiuto fammi sapere magari intando ti compilo il modulo
                              Sarai anche tu nell'area Wrapping con il tuo amico Romeo. Che misura vuoi per il camice?
                              Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                              Giovanni Re
                              Community Manager
                              ROLAND DG Mid Europe

                              Comment

                              Working...
                              X