Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Stabilire la qualità di un'immagine

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Stabilire la qualità di un'immagine

    Colgo questi 5 minuti di tempo libero per porvi un quesito.. Sarà capitato a tutti che un cliente con un'immagine piccolissima voglia stampato un 100x200... Ma io come faccio ad essere sicuro della dimensione massima che si può stampare un'immagine... magari ho un 70x100 a 150 DPI... e fin qui tutto ok... ma come faccio a sapere se non è stata fatta una qualche interpolazione?... Ovviamente il tutto senza stampare... se no che piacere c'è...

    Ciao a tutti e grazie a chi risolverà i miei dubbi...

    PS:spero di essere stato chiaro....
    PPS: Mi mancate ma purtroppo non posso essere più presente come una volta...
    Giovanni Vella
    Roland SP540i
    SUMMACUT D60
    Xerox 7830

  • #2
    http://www.rolandforum.com/showpost....56&postcount=5

    mi sembra la risposta migliore e più completa nei 3d che trattano il tema
    spero che ti possa essere utile!
    W..aleria...la clava!

    Comment


    • #3
      Non è quello che intendevo... Grazie comunque
      Giovanni Vella
      Roland SP540i
      SUMMACUT D60
      Xerox 7830

      Comment


      • #4
        Ciao Giovanni, se ho capito bene la tua domanda vuoi sapere se il file è stato manipolato o meno.

        Un sistema potrebbe essere quello di portare l'immagine a visualizzazione 100% con rapporto pixel 1:1.

        Analizzando un elemento grafico come un testo o elemento contrastato vedi quanti pixel sfumati ci sono intorno. Osserva gli 8 pixel attorno il pixel campione e capirai da solo cosa è stato fatto all'immagine.
        Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
        Giovanni Re
        Community Manager
        ROLAND DG Mid Europe

        Comment


        • #5
          In effetti rileggendo... forse mi sono spiegato male... Allora.. Un cliente mi da un file F.to 70x100 a 20 DPI... Mi chiede: ma come viene l'immagine? ed Io: insomma non ha una grossa risoluzione... E lui: E quanto la possiamo stampare per venire bene? Ed io: .... ...

          Altro esempio:

          Il cliente mi porta un 70x100 a 150 DPI.. Mi dice: com'è st'immagine?... Ed io: Buona!!!...Possiamo stampare... Poi la stampo e viene completamente sgranata e sfocata... Perchè? Evidentemente avrà interpolato un file piccolissimo ma come faccio ad evitare ste situazioni?... Spero questa volta di essere stato chiaro...

          Grazie a tutti
          Giovanni Vella
          Roland SP540i
          SUMMACUT D60
          Xerox 7830

          Comment


          • #6
            In questo caso la risposta di Sergio che ti rimandava al link con lo schemino era corretta.

            Per chi non avesse capito questo schema lo commento brevemente.



            Sulle righe i materiali e sulle colonne la distanza di visualizzazione.

            Riprendo gli esempi di Diablo analizzandoli con lo schema:

            Un cliente mi da un file F.to 70x100 a 20 DPI, a quanto la possiamo stampare per venire bene?
            Supponiamo di stampare un manifesto su Blueback che verrà visto a 5 metri di distanza. In uqesto caso il valore in DPI consigliato è di 80 DPI. Avendone a disposizione 20 potresti preparare il file per farlo vedere a non meno di 30 metri!


            Il cliente mi porta un 70x100 a 150 DPI.. Mi dice: com'è st'immagine?
            Dallo schema l'immagine è buona tranne il fatto, come hai detto tu, che sia stata ridimensionata.
            In questo caso devi vederla con i pixel 1:1 comparandola con una immagine che sia realmente buona. Ti accorgerai immediatamente della differenza e dovrai ridimensionare in riduzione l'immagine per applicare le informazioni dello schema.

            Praticamente l'occhiometro è quello che comanda!
            Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
            Giovanni Re
            Community Manager
            ROLAND DG Mid Europe

            Comment


            • #7
              non sò se ho capito bene, comunque con photoshop apri il tuo file
              vai poi in image> image size> document size e vedi la dimensione giusta di stampa
              oltre quella il file inizia a sgranare, se abbassi la risoluzione le dimensioni di stampa aumentano
              es se apri un immagine da 1200 x 1500 a 300 px indica che l' immagine può essere stampata decentemente nella misura di 11 x 13 cm circa
              se abbasso la risoluzione a 150 le dimensioni aumentano a 21 x 25
              dopodichè consulti la tabella di giovanni e trai le tue conclusioni
              spero di aver capito quello che intendevi dire
              Graphexe snc
              Grafica e stampa digitale

              Comment


              • #8
                I dpi dello schema si riferiscono ad una jpg con o senza compressione?
                Giorni fa ho stampato una insegna 3x1 con un file in psd a 100 dpi scala 1a1 (fatto da un fotografo). Si vedevano bene anche i testi piccoli da 1 metro.
                In pratica i dpi erano la metà di quello che consiglia lo schema.
                Se il file era un jpg con qualità 10/12 che succedeva?
                Forse con qualità 6/8 il risultato degradava?
                Solitamente stampo a 200/300 dpi se il lavoro che deve eseguire lo richiede.
                Quando faccio delle stampe 240x140 cm. (cartelloni stradali in un'isola pedonale) , imposto il file in corel con dimensioni 1a4, esporto in psd senza compressione rle a 200 dpi, lo risalvo da photoshop e lo mando in stampa. Quindi il file è in scala 1a1 a 50 dpi. Eppure il risultato è molto positivo anche a distanza molto ravvicinata mentro lo schema indica 20/50 metri.
                E' il mio occhiometro che deve essere calibrato o incide il discorso che stampo prevalentemente in psd e quasi mai in jpg?
                www.multigrafic.it
                La differenza tra un uomo ed un bambino è nel prezzo dei loro giocattoli
                .

                Comment


                • #9
                  Incide anche la compressione JPG specialmente sulle aree di contrasto come piccoli testi o elementi minuti.

                  I valori che abbiamo definito sono dei valori ottimali per evitare problemi di bassa qualità ed ottenere qualità di stampa ottima senza spreco di risorse sulla rasterizzazione.

                  A volte anche 8 DPI sono sufficienti ma, come nel caso di Diablo, dobbiamo tenere conto della manipolazione avvenuta sul file. Più lo tocchi più lo distruggi.
                  Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                  Giovanni Re
                  Community Manager
                  ROLAND DG Mid Europe

                  Comment


                  • #10
                    Lo schema punta molto sulla qualità, in effetti un po' si può ancora scendere con i PPI. Tra un PSD e un JPG con qualità fino a 10/12 non cambia nulla, si cominciano a notare artefatti con qualità inferiore a 9.

                    Comment

                    Working...
                    X