Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Logo > 45 regole

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Logo > 45 regole

    Le 45 regole di Tannersite sulla progettazione di un logo
    (traduzione libera, sentitevi liberi di correggere dove ritenete opportuno)

    1. Non utilizzare più di tre colori.
    2. Elimina tutto ciò che non è assolutamente necessario.
    3. I caratteri devono essere di facile lettura, anche per tua nonna.
    4. Il logo deve essere riconoscibile immediatamente.
    5. Il design deve essere unico.
    6. Ignora completamente ciò che i tuoi genitori o moglie pensano sul design.
    7. Il logo deve "convincere" più di tre persone.
    8. Non utilizzare elementi di loghi famosi e poi dire che si tratta di un lavoro originale.
    9. Non usare una clip-art in alcun caso.
    10. Il logo deve essere riconoscibile in bianco e nero.
    11. Il logo deve essere riconoscibile quando è invertito.
    12. Il logo deve essere riconoscibile quando è scalato.
    13. Se il logo contiene un simbolo o icona, gli elementi (testo e segno) devono essere disposti in modo che si completino a vicenda.
    14. Evitare mode nella progettazione logo. Un buon design non teme il passare del tempo.
    15. Non abusare di effetti speciali quali gradienti, ombre, riflessi, raggi di luce, motivi floreali, e così via.
    16. Il logo deve essere inscrivibile all'interno di una forma definita (quadrato, cerchio). Evitare che l'ipotetico "contenitore" sia una forma indefinita.
    17. Evitare dettagli intricati e complessi.
    18. Progettare il logo considerando le diverse applicazioni, le diverse forme e i diversi luoghi in cui verrà utilizzato.
    19. Il logo deve suscitare sensazioni di forza e fiducia, non di noia e debolezza.
    20. Rassegnarsi al fatto che non si potrà creare il logo perfetto.
    21. Il logo avrà segni forti per concetti forti e segni morbidi per concetti morbidi.
    22. Il logo deve essere coerente con ciò che rappresenta.
    23. Una fotografia non potrà essere un logo.
    24. Il logo deve stupire i clienti
    25. Non utilizzare più di due font.
    26. Ogni elemento del logo deve essere allineato a sinistra, centro, destra, in alto o in basso.
    27. Il logo deve apparire completo, evitare ogni elemento che lo faccia sembrare incompiuto.
    28. È necessario conoscere il fruitore del logo prima di iniziare il brainstorming.
    29. Il logo deve essere funzionale non innovativo.
    30. Se il naming della marca è memorabile, questo deve essere il logo.
    31. Il logo deve essere riconosciuto anche quando è speculare.
    32. Anche le grandi aziende hanno bisogno di loghi piccoli.
    33. Il logo deve piacere ai clienti del committente, non solo al committente.
    34. Il logo deve avere le sua declinazione. Più sono gli utilizzi previsti più sarà efficace nel suo utilizzo.
    35. Il logo deve rimanere coerente su diverse piattaforme.
    36. Il logo deve essere facile da descrivere.
    37. Non usare frasi all'interno del logo promozionale.
    38. Disegna il logo con matita e carta prima di lavorare sul computer.
    39. Il logo deve essere semplice.
    40. Il logo non deve (più) contenere gli Swoosh o il mondo (globo, cartina, planisfero).
    41. Il logo non deve distrarre.
    42. Il logo deve avere una rappresentazione onesta
    43. Il logo dovrebbe avere un equilibrio visivo.
    44. Evitare i super-colori vivaci, colori al neon o colori senza vigore.
    45. Il logo non deve rompere tutte le regole di cui sopra a meno che non si sappia cosa si sta facendo.
    Last edited by TheWitch; 28-10-2008, 17:46:25.

  • #2
    Con tutte queste regole significa non progettare più nulla!
    Enzo Canettieri
    via Cellaro snc - SORA (FR)
    Tel. 0776 815181

    Comment


    • #3
      I risultati sono visibili agli occhi di tutti

      Originalmente inviato da enzocanettieri Visualizza messaggio
      Con tutte queste regole significa non progettare più nulla!
      No, significa quantomeno affrontare un lavoro in modo serio.
      Vedo in continuazione i risultati dei cosiddetti "spiriti creativi".
      Li vedo perché dopo 6 mesi, un anno, si presenta il cliente da me implorando un restyling il prima possibile che devo rifare le brochure!!!

      Io spero che siano in tanti a pensarla come te perché, più improvvisati ci sono in questo settore, più clienti riesco a recuperare io. Pubblicando questi consigli, queste regole, pensavo di dare il mio apporto non solo alla crescita professionale dei miei colleghi ma anche la mia piccola indicazione per la strada dell'eccellenza.

      La grafica, la comunicazione in generale, non è arte.
      È un aspetto (forse il più gratificante) della vendita.

      Detto questo: liberi tutti

      Comment


      • #4
        creatività perversa

        Originalmente inviato da enzocanettieri Visualizza messaggio
        Con tutte queste regole significa non progettare più nulla!
        no significa evitare di dare sfogo alla più perversa creatività
        queste regole esistono almeno da quando ho cominciato a studiare io, magari non erano elencate ma mi son state citate tutte, in un modo o nell'altro, dal mio professore di grafica. nei pochi veri loghi progettati nella mia "carriera" le ho sempre rispettate...eppure ho progettato

        Comment


        • #5
          Le regole citate da Simona sono basilari ma solo se le avete interiorizzate.

          Il confronto con le "eccellenze" è l'altro step.
          Per esempio, qual'è stata la strada che ha portato Jon Sandruck alla crezione di questo logo.



          Tutti gli step, dal brief agli schizzi preliminari



          alla presentazione finale sono descritti in questo articolo in inglese.


          Su Segnalazione di Daniele Cogo.
          Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
          Giovanni Re
          Community Manager
          ROLAND DG Mid Europe

          Comment


          • #6
            regole saggie direi...... ma guardando loghi in giro sembra che molti non le conoscano...

            Comment


            • #7
              Grazie Strega!!

              V.

              PS: qui a Wolf abbiamo tutti (quasi tutti) fame di saperi e i consigli sono sempre ben accetti, soprattutto se arrivano da persone competenti.
              WOLF Soluzioni Digitali Soc. Coop. a r.l.
              Via del Fosso di S. Maura 137/139 - 00133 Roma
              P.IVA: 08883381009
              Tel/Fax 06 2024510, [email protected].

              Comment


              • #8
                O.T. - 46 regola

                Sottoporlo a pagamento alla Strega (si fa prima)

                Comment


                • #9
                  Allora vale a dire che mi stampo queste regole, le incornicio e le appendo nel mio studio
                  Enzo Canettieri
                  via Cellaro snc - SORA (FR)
                  Tel. 0776 815181

                  Comment


                  • #10
                    Competenze...

                    Originalmente inviato da wolfsd Visualizza messaggio
                    Grazie Strega!!
                    PS: qui a Wolf abbiamo tutti (quasi tutti) fame di saperi e i consigli sono sempre ben accetti, soprattutto se arrivano da persone competenti.
                    Prego, ma io non sono così competente come mi disegnate voi , sono solo sempre alla ricerca di un miglioramento professionale. Per questo, quando trovo qualcosa che credo possa essere utile lo posto.

                    Più colleghi imparano, più credibile diventa una professione che, allo stato attuale, è in mano, in larga parte, a improvvisati, sedicenti artisti, presunti creativi privi di una qualsivoglia base tecnica.

                    Credo che un mestiere non possa essere arte perché finalizzato a un risultato, credo altresì che si possa e si debba puntare a un buon artigianato.
                    Ma evidentemente ho, come al solito, aspettative troppo alte.

                    Comment


                    • #11
                      Anche no

                      Originalmente inviato da enzocanettieri Visualizza messaggio
                      Allora vale a dire che mi stampo queste regole, le incornicio e le appendo nel mio studio
                      Come da oggetto.

                      Se non le ritieni utili, e mi par di capire questo dal tuo primo intervento, non vedo perché tenerle in considerazione.

                      IO credo che possano essere utili, ma io non sono il verbo.

                      Comment


                      • #12
                        Originalmente inviato da TheWitch Visualizza messaggio
                        Più colleghi imparano, più credibile diventa una professione che, allo stato attuale, è in mano, in larga parte, a improvvisati, sedicenti artisti, presunti creativi privi di una qualsivoglia base tecnica.
                        Parole d'oro
                        PUBBLISTAMPA
                        Assemini (Ca)

                        Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
                        https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

                        Comment


                        • #13
                          Originalmente inviato da TheWitch Visualizza messaggio
                          Come da oggetto.

                          Se non le ritieni utili, e mi par di capire questo dal tuo primo intervento, non vedo perché tenerle in considerazione.

                          IO credo che possano essere utili, ma io non sono il verbo.
                          Non stavo scherzando, tutt'altro! Sono regole d'oro ma difficilmente attuabili, e non scherzavo neanche quando ho detto che me le sarei stampate, visto che lo sto facendo ora, e comunque grazie
                          Enzo Canettieri
                          via Cellaro snc - SORA (FR)
                          Tel. 0776 815181

                          Comment


                          • #14
                            Originalmente inviato da piera
                            11. Il logo deve essere riconoscibile quando è invertito.
                            Negativo (utilizzato su fondi colore)
                            12. Il logo deve essere riconoscibile quando è scalato.
                            Ridotto in scala (test di riduzione)
                            19. Il logo deve suscitare sensazioni di forza e fiducia, non di noia e debolezza.
                            Non so cosa c'è da capire. Deve essere incisivo, importante .
                            27. Il logo deve apparire completo, evitare ogni elemento che lo faccia sembrare incompiuto.

                            Bilanciato, proporzionato

                            Queste 4 regole non le ho capite.
                            So che il mio traguardo "eccellenza" è irraggiungibile ma potresti
                            spiegarmele???
                            Grazie

                            45. Il logo non deve rompere tutte le regole di cui sopra a meno che non si sappia cosa si sta facendo.
                            chi può permettersi di sconvolgerle tutte??

                            Un Artista con la "A" maiuscola. In quanto va oltre


                            Piera
                            Se non ti offendi ci ho provato io.

                            Ciao

                            Comment


                            • #15
                              Spiego

                              Originalmente inviato da piera
                              11. Il logo deve essere riconoscibile quando è invertito.
                              In negativo

                              Originalmente inviato da piera
                              12. Il logo deve essere riconoscibile quando è scalato.
                              Quando non è applicato alla sua dimensione naturale.
                              Se portato a dimensioni tecnicamente realizzabili (penso all'incisione laser che permette dettagli infinitesimali) deve mantenere la propria identità.
                              Spesso loghi fatti in modo approssimativo quando sono molto spesso irriconoscibili. Un'identità grafica che si rispetti viaggia sempre insieme al proprio manuale d'immagine in modo che sia già stata calcolata la dimensione minima di applicabilità e, in certi casi, come cambia al di sotto di quella dimensione.

                              Originalmente inviato da piera
                              19. Il logo deve suscitare sensazioni di forza e fiducia, non di noia e debolezza.
                              In ogni genere di rappresentazione grafica è insito un significato.
                              La "sfida" è cercare di coniugare il messaggio con i concetti di cui sopra, richiesti implicitamente.
                              Ti è mai capitato che un cliente di chiedesse un logo che ingenerasse sfiducia verso il prodotto che sarebbe andato a rappresentare?

                              Originalmente inviato da piera
                              27. Il logo deve apparire completo, evitare ogni elemento che lo faccia sembrare incompiuto.
                              Questo è difficile da spiegare senza esempi ma sono certa che ti sarà capitato di vedere un logo che "cade", elementi di un logo che sembrano "sospesi" o "provvisori". Sono i casi in cui sembra manchi sempre qualcosa.

                              Originalmente inviato da piera
                              So che il mio traguardo "eccellenza" è irraggiungibile
                              Stai scherzando, vero?

                              Originalmente inviato da piera
                              45. Il logo non deve rompere tutte le regole di cui sopra a meno che non si sappia cosa si sta facendo.
                              chi può permettersi di sconvolgerle tutte??
                              Io no, ma qualcuno davvero bravo in giro c'è (per fortuna)

                              Comment

                              Working...
                              X