Annuncio

Collapse
No announcement yet.

[Tutorial] Un paio di trucchi per la tracciatura vettoriale

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Zio Sam
    replied
    Argh! mi hanno copiato!

    Affascinante il lavoro in 3d! Pur essendo un vecchio video mi fa venire i brividi!

    Leave a comment:


  • rinoverde
    replied
    Sia Aspire che Vcarve hanno la sezione di ritracciamento vettori da bitmap.. guarda qui.
    VCarve Pro - Image Tracing / Vectorization - YouTube
    .. ma no!!.. ricorda qualcosa??

    Leave a comment:


  • Zio Sam
    replied
    Ciao Rino,
    ma vcarve e aspire ( che non conoscevo sino a 2 min fa ) mi sembrano piu' per creare oggetti in 3d o comunque con uno spessore, il mio era piu' un esempio per chi si trovasse nella necessità di creare
    un contorno o un logo da un file immagine ma in 2d.
    Per quel che riguarda le basse risoluzioni (che capitano sicuramente piu' spesso, ) io di solito opero come illustrato e poi o gioco con soglia tracciati etcc oppure se il risultato e' molto distante lo rifaccio da zero.
    Il piu' delle volte pero' con la matita o togliendo / aggiungendo i punti di ancoraggio si riesce ad avere un buon vettoriale.
    Nel caso poi ci fosse un file particolarmente "inquinato" da colori o altro, vale sempre il passaggio in photoskiop per "pulirlo" e aumentare un po' i neri. (prossimo tutorial )
    Quando trovo maschere, livelli etcc...prima di scomodare i santi scomodo il grafico, e poi se non e' capace mi ci metto.
    Pero' devo dirti che sino ad oggi per i pochi Cutcountur che ho fatto e i moltissimi loghi ricostruiti stampati in offset (chiaramente nel piccolo sfuggono piccole differenze) AI mi ha letteralmente salvato le ciapet!
    Indi consiglio sempre di provare e poi se proprio non va...tirarsi su le maniche!

    Se c'e' qualche punto del video da migliorare o approfondire...son qua.

    Buona serata e grazie!

    Leave a comment:


  • rinoverde
    replied
    Occorre vedere che tipi di files si intende vettorializzare. Se hai un Jpeg a bassa risoluzione, pur salvando a 1200 DPI come hai indicato, sempre scalettato riamane!
    Se provi ad usare Vcarve della o Aspire posso garantirti che ottieni ESATTAMENTE GLI STESSI RISULTATI e soprattutto veloci in quanto puoi ridurre-definire e decidere quali colori processare, inoltre
    puoi ammorbidire le scalettature dei pixel ecc.. praticamente fai le stesse cose che fai con stika.
    Il problema grosso invece lo si ha quando si ricevono files ALLUCINANTI "sempre" salvati rigorosamente in PDF che sono realizzati da "GENI" che usando impropriamente illustrator ricorrono a pennelli vari, maschere di ritaglio,inseriscono raster e chi più ne ha più ne metta.. e che hanno dei particolari da fresare infinitesimali e poco definiti.. beh li sono ...zzi amari!!
    Posso garantirti che in questi casi non c'è stika o Vcarve o Dr engrave che tenga, ed a meno che non si voglia ricorrere a SW che fanno cose paurose ma a costi allucinanti, mentre per chi ha la fortuna di avere Photoshop e Artcam le cose diventano meno complicate.. Sta di fatto comunque che il tuo consiglio è OTTIMO !! Bravo!

    Leave a comment:


  • Zio Sam
    replied
    Grazie a Giovanni
    Ecco il link. se avete problemi non esitate a chiedere!
    link: http://www.screencast.com/t/UAqmTpZ8KuD
    PS: purtroppo Jing andava in conflitto con alcune funzioni di illustrator, ad es quando volevo muovere il tracciato bianco che poi cancello.
    Non solo ho provato a fare la presa su una finestra piu' piccola ma poi al momento del tracciato diventava tutto bianco!
    Mi spiace e' un po' scomodo per chi ha monitor piccoli,
    appena riesco provo anche anche altri programmi e vedo se riesco a risolvere!
    Buona serata a tutti
    zio Sam

    Leave a comment:


  • Zio Sam
    replied
    Ciao a tutti
    mi sono permesso di fare un video tutorial ( il primo in assoluto ) purtroppo senza audio
    ma mi sembra fruibile e chiaro. Se ci sono suggerimenti su come migliorarlo ben accetti!

    Ho un solo problema, il file e' in swf e youtube non me lo carica. Ho provato a convertirlo ma mi viene tutto nero...ci sono altre strade? o lo rifaccio con un software diverso da Jing?


    Ciao
    zio Sam

    Leave a comment:


  • mirkobcc
    replied
    un video tutorial sarebbe veramente comodo

    Leave a comment:


  • bricoman
    replied
    Originalmente inviato da Manolo Visualizza messaggio
    .... se è una scansione a bassa risoluzione di un disegno tecnico credo che neanche San Vettoriale riesca a ottenere qualcosa di decente....
    nooooooo San Vettoriale è bellissima veramente
    Dovrebbero fare un programma con questo nome, bellissimo

    Leave a comment:


  • Manolo
    replied
    Originalmente inviato da bricoman Visualizza messaggio
    In finale quindi, se non ho capito male, integrando Vector Magic, vettorializzazione automatica di illustrator al quella manuale si può ottenere un ottimo lavoro....giusto???
    Dipende, se è un disegno come ad esempio un fumetto in bianco e nero a china si ottengono ottimi risultati, se è una scansione a bassa risoluzione di un disegno tecnico credo che neanche San Vettoriale riesca a ottenere qualcosa di decente, dipende sempre dallo stato dell'originale, in ogni caso gli originali ad alta risoluzione e con tinte piatte (senza sfumature) sono quelli che si prestano meglio al tracciamento automatico.

    Leave a comment:


  • bricoman
    replied
    Originalmente inviato da Manolo Visualizza messaggio
    Straquoto, un paio di giorni spesi ad imparare il disegno vettoriale sono un sicuro investimento per il futuro in termini economici e in soddisfazioni personali.
    d'accordo con te, assolutamente, ma la velocità nel vettorializzare un file dipende ovviamente dalla complessità dello stesso e dal file nativo che ti consegna il cliente.
    Sono ormai quasi 6 anni che uso illustrator, ho una buona conoscenza dello stesso, ed ho praticamente quasi sempre ricostruito manualmente ogni logo che mi veniva e mi viene consegnato.
    Ero quindi interessato a conoscere, se possibile, un metodo più veloce e sempre preciso per vettorializzare.
    In tutti i modi, seguo volentieri i consigli e le direttive di Andrea, persona molto esperta e disponibile, pronto a dare sempre utilissime soluzioni ai vari problemi che si presentano.
    In finale quindi, se non ho capito male, integrando Vector Magic, vettorializzazione automatica di illustrator al quella manuale si può ottenere un ottimo lavoro....giusto???

    Leave a comment:


  • Manolo
    replied
    Originalmente inviato da Deyo Visualizza messaggio
    Ci terrei anche a ricordare a tutti che le funzioni automatiche di vettorializzazione NON sostituiscono la ricostruzione manuale, ma possono affiancarla e coadiuvarla.
    Un bel disegno vettoriale costruito da zero sarà sempre anni luce avanti ad una vettorializzazione automatica, e un occhio esperto ne riconosce le differenze a prima vista.
    Inoltre, una ricostruzione automatica presenta un numero sempre molto maggiore di nodi rispetto ad un vettoriale nativo, e questo si ripercuote sia sulla complessità del file che sul suo peso, oltre a creare potenziali problemi in fase di ripping.
    Quindi, imparate ad utilizzare i software vettoriali al meglio, e solo allora le funzioni automatiche vi potranno essere di aiuto. Altrimenti usarle vi danneggerà soltanto.
    Straquoto, un paio di giorni spesi ad imparare il disegno vettoriale sono un sicuro investimento per il futuro in termini economici e in soddisfazioni personali.

    Leave a comment:


  • Deyo
    replied
    Quel passaggio, cioè separare le zone di colore per poter trasformare il disegno in bianco e nero, era necessario per darlo "in pasto" a Dr.Stika permettendogli di avere i migliori risultati.

    Questa discussione risale ormai a parecchio tempo fa, e ogni tanto rispunta fuori, ma devo dire che da allora i motori di tracciatura vettoriale integrati in Corel Draw e Adobe Illustrator sono notevolmente migliorati.
    Anche ottimi software stand-alone, come Vector Magic, hanno fatto passi da gigante per quanto riguarda l'accuratezza della vettorializzazione automatica.
    In effetti ormai il metodo postato qui risulta se non inutile, almeno obsoleto.

    Ci terrei anche a ricordare a tutti che le funzioni automatiche di vettorializzazione NON sostituiscono la ricostruzione manuale, ma possono affiancarla e coadiuvarla.
    Un bel disegno vettoriale costruito da zero sarà sempre anni luce avanti ad una vettorializzazione automatica, e un occhio esperto ne riconosce le differenze a prima vista.
    Inoltre, una ricostruzione automatica presenta un numero sempre molto maggiore di nodi rispetto ad un vettoriale nativo, e questo si ripercuote sia sulla complessità del file che sul suo peso, oltre a creare potenziali problemi in fase di ripping.
    Quindi, imparate ad utilizzare i software vettoriali al meglio, e solo allora le funzioni automatiche vi potranno essere di aiuto. Altrimenti usarle vi danneggerà soltanto.

    Leave a comment:


  • bricoman
    replied
    Originalmente inviato da Deyo Visualizza messaggio
    ....Ne approfitto per scusarmi se il video non ho mai avuto tempo di farlo, ma purtroppo ( e per fortuna) il lavoro è tanto e il tempo tiranno.
    Ma non si sa mai, un giorno...
    Che dici Andrea, il giorno è arrivato???? Scherzi a parte, visto che Salentino a tirato nuovamente fuori questa discussione, che anche io avevo letto tempo fa, mi risulta sinceramente un pò difficile comprendere alcuni passaggi.
    Ad es. "...solo le zone di diversi colori ed elimino i riempimenti quando i contorni sono chiusi, anche cancellando piccole parti, in modo da poter convertire tutto in livelli di grigio senza perdere elementi essenziali del disegno; a questo scopo potete usare anche le maschere, il negativo, gomma, matita, sostituzione di colori, ecc. Questa fase mi è un po’ difficile da spiegare bene a parole, ma nella realtà è più semplice di quanto non la faccia apparire. In pratica dobbiamo reinterpretare il disegno come per renderlo monocromatico senza perdere degli elementi. Per fare un esempio pratico, se ho due zone di colori diversi adiacenti, devo cercare di separarle, ad esempio con un filetto bianco, e così via."
    Come ripeti diverse volte, sicuramente vederlo fare è molto più semplice che leggere e cercare di capire, perchè come accade spesso è difficile spiegare a parole i vari passaggi che si effettuano in grafica o durante una lavorazione (capita sinceramente anche a me spesse volte).
    Un'altro quesito è relativo al programma Dr. Stika....nel senso che se non ho tale programma, è inutile adottare questo sistema o rimane comunque efficace???
    Inoltre, è possibile trovarlo in rete???
    Ho provato a scaricarlo dai vecchi link riasciati , ma non funzionano...
    VIDEO....VIDEO....VIDEO.

    Leave a comment:


  • Salentino
    replied
    Che dire? Semplicemente strepitoso, grazie!

    Leave a comment:


  • PeTip
    replied
    Grazie...e complimenti per l'utile informazione|||||

    Leave a comment:

Working...
X