Annuncio

Collapse
No announcement yet.

help prezzo targa incisa

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • help prezzo targa incisa

    Ciao, sono nuovo del mestiere, possiedo un EGX 350, e devo fare un preventivo per una targa da cm.30 xcm.20 in acrilico con tre righe incise, a quanto posso venderla?

  • #2
    Siamo un gruppetto di possessori di EGX-350 al corso in Roland.

    Claudio da Mantova dice 50€ mentre Antonella da Messina , la sorellina di Silvana mi dice 50€ anche se a Messina chiederebbero in ogni caso uno sconticino....


    Claudio inoltre dice di tener conto dell'ammortamento mecchina, luce, usura e tutto ciò che concerne.

    Io ti copioincollo ciò che ho già detto in merito ai prezzi:

    Soggettività del valore
    Allego alcune affermazioni tratte da uno studio dell'Istituto Bruno Leoni che condivido radicalmente.

    Il mondo fisico, in cui la matematica e la statistica funzionano egregiamente, sembra qualitativo, ma risponde a leggi matematiche abbastanza precise: possiamo pensare “Il fumo sale verso il cielo”, ma la verità scientifica, per quel che siamo oggi in grado di capire, è che le molecole di fumo seguono una formulazione molto complessa della semplice legge Forza = Massa x Accelerazione.

    L’economia invece sembra all’apparenza governata dalla matematica, poiché la presenza dei numeri è schiacciante, mentre in verità l’aspetto davvero decisivo è assolutamente qualitativo. Per esempio, chi paga un bene a un certo prezzo esprime un giudizio, cioè una preferenza di un bene a un altro. Chi rinuncia all’acquisto giudica migliore la possibilità di risparmiare e scegliere in futuro e così via, senza nessun utilizzo reale della matematica.

    Sorge da qui il pensiero osceno che il prezzo, anche se è espresso in numeri, non abbia nulla a che fare con la matematica. E in effetti il prezzo non è un’unità di misura del valore in senso fisico, come il metro o il chilogrammo per il peso di una cosa. Infatti, il valore non è intrinseco alla cosa che si vende e si compra. Le cose hanno il valore che l’individuo attribuisce loro secondo la rappresentazione del bisogno futuro, sia dal lato della domanda, che da quello dell’offerta: in ultima analisi sono le preferenze individuali e temporali del compratore e del venditore che “fanno il prezzo”, siano esse frivole o dettate dai più sacrosanti motivi della sopravvivenza.

    Il fatto che i prezzi siano espressi in numeri, ha fatto però credere a molti che tali numeri possano essere trattati dalla matematica con la stessa naturalezza con cui si trattano le cose, e che posseggano dunque un’unità di misura. Ma questo è falso. Non disponiamo del coefficiente di trasformazione del prezzo delle patate da Oslo a Palermo, né del coefficiente di trasformazione del prezzo delle carote tra il 1992 e il 2002, alla maniera con cui tra etto e chilogrammo usiamo un fattore 10.

    Il confronto tra i prezzi futuri e passati è un’operazione di enorme complessità che ogni persona compie ogni giorno, ma su basi cognitive assai più larghe, inconsciamente imprenditoriali o incomprensibilmente sentimentali, relazionando i beni alle esperienze e alle contingenze proprie, e in definitiva a quell’irriproducibile caleidoscopio che è la sua vita.

    Possono quattro somme e una percentuale contenere, elaborare e restituire queste informazioni non per una persona sola, il che sarebbe già impossibile, ma addirittura per milioni di individui contemporaneamente, e poi definirsi da sé scienza?

    In altri termini, dietro il numero che rappresenta il prezzo di un bene c’è una valutazione complessa effettuata da individui, e questo fatto rende nulla o decisamente alterata, l’informazione di una fantomatica misura della variazione dei prezzi.

    La matematica non può misurare le manifestazioni dell’uomo.

    L’abbandono della matematica sembra condurre all’incertezza, sebbene in altri campi, come la medicina o la giurisprudenza, per esempio, un uso massiccio della matematica sarebbe considerato folle. Il giudizio individuale turba le anime belle dei positivisti, ma misure dei desideri e delle scelte, come fossero cachi alla pesa, non sono disponibili per definizione.

    I giudizi sono prodotti dagli individui e loro soltanto sono autorizzati a manipolarli, comparando i bisogni e desideri, di oggi e di domani. Solo l’individuo può decidere quale valore dare a un bene, quindi solo l’individuo può dire se un prezzo è, per lui, aumentato o diminuito in relazione alla rappresentazione delle circostanze e alle previsioni personali.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

    Comment


    • #3
      Spriamo che sia chiaro per tutti.
      Non si può che condividere in toto.
      Ciao
      Romeo
      Professionista per passione

      Comment


      • #4
        Perdonate l'ignoranza ma non ho capito di che tipo di materiale è fatta la targa in questione...
        Il vantaggio di essere intelligente è che si può
        sempre fare l'imbecille,mentre il contrario è del tutto impossibile!
        Woody Allen

        Comment


        • #5
          Acrilico = Plexiglass o Cristallo Acrilico...viene chiamato anche così.
          Silvana - GRAPHIC CREATION - Me

          Comment


          • #6
            è possibile.....x capire io da profano in termini di incisioni

            vedere il lavoro e capire quanto tempo di lavorazione equivarrebbero ai 50euro di cui parlate visto che sicuramente già la targa ha un suo costo di base ??

            Comment


            • #7
              Ma il plexi non veniva chiamato in alternativa metacrilato?comunque se è come penso la targa non dovresti inciderla ma fresarla dal di dietro utilizzando quindi un plexi preverniciato.Se è così 50 euro non sono poi tante,anzi mi sembrano un pò pochine visto che,come si diceva,la targa ha già un suo costo base che non è certo economico.Chiaramente io mi riferisco ai prezzi che girano dalle mie parti...
              Last edited by doubledi; 24-10-2008, 11:54:04. Motivo: errori di ortografia
              Il vantaggio di essere intelligente è che si può
              sempre fare l'imbecille,mentre il contrario è del tutto impossibile!
              Woody Allen

              Comment


              • #8
                Originalmente inviato da doubledi Visualizza messaggio
                Ma il plexi non veniva chiamato in alternativa metacrilato?comunque se è come penso la targa non dovresti inciderla ma fresarla dal di dietro utilizzando quindi un plexi preverniciato.Se è così 50 euro non sono poi tante,anzi mi sembrano un pò pochine visto che,come si diceva,la targa ha già un suo costo base che non è certo economico.Chiaramente io mi riferisco ai prezzi che girano dalle mie parti...

                Il plexiglas comunemente abbreviato plexi, è una marca di polimetilmetaclrilato (PMMA) come ovviamente lo sono anche altre marche tipo perspex, resartglass, polivar ecc.
                Comunemente viene anche chiamato metacrilato
                questo materiale infatti e composto da polimeri del metacrilato di metilene
                Ciao Rosario
                ------------------------------------------------------------------------------------
                L.E.SA. pubblicità
                Pellezzano SA

                Comment


                • #9
                  che...casino...

                  ...per una semplice targa: dissertazioni scientifiche sul supporto (Plexiglass® è un marchio registrato), elucubrazioni filosofico-scientifiche e tant'altro.
                  Semplicemente una targa del genere può essere venduta a:
                  - 70-100 Euro se è su un supporto trasparente da 6-8 mm. e decorata con adesivi plottati
                  - 120-150 Euro se è sempre su un supporto trasparente da 6-8 mm. ma incisa a fresa sul retro e colorata nelle fresate
                  - 180-200 Euro se è incisa a laser.
                  Chiaramente bisogna disporre delle attrezzature specifiche per le suddette lavorazioni.
                  La cosa più semplice è quella di rivolgersi a una Ditta specializzata chiedendo lo sconto rivenditori.
                  Almeno, io faccio così.
                  Saluti a tutti, belli e brutti.
                  Ettore
                  disponibilmente disponibile

                  Comment


                  • #10
                    [quote=bernas;50451]...per una semplice targa: dissertazioni scientifiche sul supporto (Plexiglass® è un marchio registrato), elucubrazioni filosofico-scientifiche e tant'altro.

                    era semplicemente per chiarire un concetto al collega che aveva qualche dubbio tutto qui,
                    visto che mi è capitato di sentire di tutto sul plexiglas.
                    Ciao Rosario
                    ------------------------------------------------------------------------------------
                    L.E.SA. pubblicità
                    Pellezzano SA

                    Comment


                    • #11
                      Originalmente inviato da bernas Visualizza messaggio
                      ...per una semplice targa: Semplicemente una targa del genere può essere venduta a:
                      - 70-100 Euro se è su un supporto trasparente da 6-8 mm. e decorata con adesivi plottati
                      - 120-150 Euro se è sempre su un supporto trasparente da 6-8 mm. ma incisa a fresa sul retro e colorata nelle fresate
                      - 180-200 Euro se è incisa a laser.
                      Chiaramente bisogna disporre delle attrezzature specifiche per le suddette lavorazioni.
                      La cosa più semplice è quella di rivolgersi a una Ditta specializzata chiedendo lo sconto rivenditori.
                      Almeno, io faccio così.
                      Ettore
                      Se tanto mi da tanto, caro Ettore a quanto la venderesti in ottone inciso?
                      Se riesci a vendere le targhe in plex retroinciso con quei prezzi posso offrirti massima collaborazione visto che non le produci da te , ma a quanto me le pagheresti ???

                      Ciao
                      Campit
                      Last edited by campit; 24-10-2008, 14:35:04.
                      Camarda Neon - Salerno -ITALY-EU

                      Comment


                      • #12
                        Ne ho vendute anche a 5oo Euro nel formato cm. 30x30. Però erano particolari in quanto avevano una rimbordatura perimetrale scatolata ed erano acidate a mano.
                        disponibilmente disponibile

                        Comment


                        • #13
                          Grazie Rosario del chiarimento
                          Il vantaggio di essere intelligente è che si può
                          sempre fare l'imbecille,mentre il contrario è del tutto impossibile!
                          Woody Allen

                          Comment

                          Working...
                          X