Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Problema colori Sublimazione

Collapse
X
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Problema colori Sublimazione

    Buongiorno,
    premetto che possiedo una Epson Wf7015 da un anno e stampo gadget di tutti i tipi.
    Mi sono reso conto che il nero non è MAI nero.. è sempre tendente al violaceo.. come mai? gli inchiostri sono di buona qualità, forniti da un produttore italiano di cui non faccio il nome.
    Eseguo la pulizia ma non ho mai grossi problemi, tengo sempre tutto pulito e non ho quasi mai problemi con le stampe, solo quello del Nero.
    Qualcuno sa rispondermi?
    Grazie!

  • #2
    Forse perché già in partenza il nero non è nero, da software che valori ha il nero ?
    Giuseppe Greto
    Incisioni e tagli laser (160x100cm 90W + 150w)

    FB CENADISTORE
    Tw CENADISTORE

    Comment


    • #3
      I neri ti assicuro che sono neri

      Quindi il problema lo hai o con l'inchiostro o (quasi sicuramente) con profili colore nn calibrati ad hoc.
      Assieme alla stampante i profili li hai avuti? In caso negativo li sai/puoi fare? In caso negativo hai qualcuno che potrebbe?

      Se non trovi nessuno possiamo risolvere a distanza lo stesso ma ne parliamo in MP

      Salutoni
      ABOUT ME

      Comment


      • #4
        grazie a tutti per la risposta.. per la sublimazione lavoriamo su photoshop.. ci hanno raccomandato i seguenti parametri:
        -carte comuni
        - qualità
        -trattamento colore : effettuata dalla stampante
        - intento di rendering percettivo
        poi ovviamente stampa speculare e basta..
        suppongo ci siano profili colore da scaricare e installare ma non ci è stato MAI detto niente dal nostro referente.. stampiamo 1 tazza ma ne buttiamo 4.. mi sono anche stufato..

        Comment


        • #5
          Originalmente inviato da fotobaffo Visualizza messaggio
          grazie a tutti per la risposta.. per la sublimazione lavoriamo su photoshop.. ci hanno raccomandato i seguenti parametri:
          -carte comuni
          - qualità
          -trattamento colore : effettuata dalla stampante
          - intento di rendering percettivo
          poi ovviamente stampa speculare e basta..
          suppongo ci siano profili colore da scaricare e installare ma non ci è stato MAI detto niente dal nostro referente.. stampiamo 1 tazza ma ne buttiamo 4.. mi sono anche stufato..
          Complimenti al referente. Poi IO sarei caro.... ma va bè...

          Allora: SENZA un profilo colore sei nelle pesti. Se non sai di cosa sto parlando comincia a leggere qui:

          ISSUU - Guida Roland DG - Gestione del colore in stampa digitale by Roland DG Mid Europe

          e giusto per capirci.... il trattamento colore NON lo deve fare la stampante... ma chi la ha detta sta boiata?

          Mi spiego meglio: La stampante ha il suo bel driver di stampa. Questo cosa fa? Prende l'immagine che gli passa Photoshop (RGB o CMYK non tange nulla) la interpreta ed in base ai profili che HAI (anche se non lo sai, visto che vengono installati in automatico assieme ai driver) trasforma i valori RGB in valori che la stampante stessa cerca d riprodurre quanto più fedelmente possibile.

          Sino a qua tutto ok. DOVE sorge il problema?

          Nel fatto che la stampante NON SA che tu hai messo altri inchiostri, CREDE che stai facendo una mera stampa sottrattiva (inchiostro su carta e basta) e si regola di conseguenza. Ma stai facendo tutto un altro lavoro. COME si può pretendere che il driver Epson che crede di avere a che fare con inchiostri originali Epson si comporti adeguatamente?

          Tu hai appena appena:
          1) Cambiato inchiostri
          2) Cambiato carta
          3) Trasferito il tutto a CALORE
          4) Su materiali eterogenei....

          Se funzia al primo colpo è culo....

          Quindi cosa si fa?

          Si realizzano profili colore ad hoc che ogni fornitore serio (io per esempio li consegno) ti dovrebbe dare se sapesse di che si sta parlando

          COME ?

          Si procede ad una stampa con pattern di riferimento. Si misura detta stampa con spettrofotometro. Si calcola il delta di deviazione (il famoso profilo colore). Si dice a Photoshop di usare quel profilo colore. Si dice alla stampante di NON correggere una fava. E si stampa.
          Esempio terra terra (non me ne voglia chi è pratico). Io stampo il grigio. Mi esce magenta. Il profilo trasformerà quel grigio in verde complementare al magenta di cui sopra. Ristampi, la somma del verde e del complementare magenta ti dà il grigio che volevi all'inizio

          Per quei pochi che hanno retto sino qua è CHIARO CHE:
          I profili colore si realizzano in condizioni OMOGENEE. AL variare di uno dei parametri si ricalcolano. Quindi se cambi inchiostro, rifai i profili. Se cambi carta rifai i profili. (Per questo non ha senso scaricare profili dalla rete a caxxo di cane). Se sei PARANOICO, cambi gadget e RIFAI i profili visto che il tempo di "cottura" sotto la pressa cambia (anche se non incide più che tanto, il grosso è dato dall'inchiostro ed a seguire dalla carta)

          Per gli stoici arrivati sino a qua: O vi comprate uno spettrofotometro (NON un colorimetro altrimenti buttate soldi), o ne noleggiate uno. O scrivete in MP a chi qualcosina ne capisce (messaggio subliminale )

          Salutoni
          ABOUT ME

          Comment


          • #6
            Onestamente non so se questa stampante può essere gestita con qualche software RIP (COLORGATE POSTERPRINT ECC...) che sarebbe una gran cosa per la sublimazione , cosiglio comunque sempre dopo aver profilato il materiale con lo spettrofotometro (cosa indispensabile) di controllare anche un po' le formule in cmyk dei neri perchè capita che alcune volte diversi file abbiano dei neri troppo sbilanciati che possono generare delle dominanti indesiderate.
            Saluti
            Francesco

            Comment


            • #7
              Originalmente inviato da Domavideo Visualizza messaggio

              Complimenti al referente. Poi IO sarei caro.... ma va bè...

              Allora: SENZA un profilo colore sei nelle pesti. Se non sai di cosa sto parlando comincia a leggere qui:

              ISSUU - Guida Roland DG - Gestione del colore in stampa digitale by Roland DG Mid Europe

              e giusto per capirci.... il trattamento colore NON lo deve fare la stampante... ma chi la ha detta sta boiata?

              Mi spiego meglio: La stampante ha il suo bel driver di stampa. Questo cosa fa? Prende l'immagine che gli passa Photoshop (RGB o CMYK non tange nulla) la interpreta ed in base ai profili che HAI (anche se non lo sai, visto che vengono installati in automatico assieme ai driver) trasforma i valori RGB in valori che la stampante stessa cerca d riprodurre quanto più fedelmente possibile.

              Sino a qua tutto ok. DOVE sorge il problema?

              Nel fatto che la stampante NON SA che tu hai messo altri inchiostri, CREDE che stai facendo una mera stampa sottrattiva (inchiostro su carta e basta) e si regola di conseguenza. Ma stai facendo tutto un altro lavoro. COME si può pretendere che il driver Epson che crede di avere a che fare con inchiostri originali Epson si comporti adeguatamente?

              Tu hai appena appena:
              1) Cambiato inchiostri
              2) Cambiato carta
              3) Trasferito il tutto a CALORE
              4) Su materiali eterogenei....

              Se funzia al primo colpo è culo....

              Quindi cosa si fa?

              Si realizzano profili colore ad hoc che ogni fornitore serio (io per esempio li consegno) ti dovrebbe dare se sapesse di che si sta parlando

              COME ?

              Si procede ad una stampa con pattern di riferimento. Si misura detta stampa con spettrofotometro. Si calcola il delta di deviazione (il famoso profilo colore). Si dice a Photoshop di usare quel profilo colore. Si dice alla stampante di NON correggere una fava. E si stampa.
              Esempio terra terra (non me ne voglia chi è pratico). Io stampo il grigio. Mi esce magenta. Il profilo trasformerà quel grigio in verde complementare al magenta di cui sopra. Ristampi, la somma del verde e del complementare magenta ti dà il grigio che volevi all'inizio

              Per quei pochi che hanno retto sino qua è CHIARO CHE:
              I profili colore si realizzano in condizioni OMOGENEE. AL variare di uno dei parametri si ricalcolano. Quindi se cambi inchiostro, rifai i profili. Se cambi carta rifai i profili. (Per questo non ha senso scaricare profili dalla rete a caxxo di cane). Se sei PARANOICO, cambi gadget e RIFAI i profili visto che il tempo di "cottura" sotto la pressa cambia (anche se non incide più che tanto, il grosso è dato dall'inchiostro ed a seguire dalla carta)

              Per gli stoici arrivati sino a qua: O vi comprate uno spettrofotometro (NON un colorimetro altrimenti buttate soldi), o ne noleggiate uno. O scrivete in MP a chi qualcosina ne capisce (messaggio subliminale )

              Salutoni


              Buongiorno,

              Sono nuova di zecca e stoicamente sono arrivata alla fine del messaggio, ma ho comunque una domanda. Dal momento che la stampante (Ricoh Sg 3100DNw) e l'inchiostro (Sublijet R) sono stati acquistati su internet, nessuno ci ha fornito un profilo colore. Inizialmente usavamo Powerdriver della Sawgrass, ma adesso non riusciamo più a farla funzionare. Forse il problema è dovuto al fatto che la stampante è Wifi e la Sawgrass non produce più il software per questo tipo di stampanti. Come si può fare per ottenere un profilo colore adatto alla sublimazione o magari a crearne uno?

              Grazie a tutti quelli che potranno rispondermi.

              Comment

              Working...
              X