Annuncio

Collapse
No announcement yet.

realizzare insegna luminosa

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • realizzare insegna luminosa

    Ciao a tutti,
    mi ha chiesto un mio amico se gli faccio
    l'insegna luminosa per il suo ufficio dell'Axa,
    cm 70x70 mi sembra, ma nn so da dove iniziare..
    mi ha detto che ha già i permessi dal comune..
    Da chi la posso ordinare? Che pvc uso per la stampa?
    Mamma che ignuraanttt che sono..

    _ zucchelli marco

    www.zucchelli-srl.it

  • #2
    Ciao,
    vedendo il logo AXA
    penso ti convenga farla con del vinile traslucente da intaglio.
    Ciao.
    www.multigrafic.it
    La differenza tra un uomo ed un bambino è nel prezzo dei loro giocattoli
    .

    Comment


    • #3
      ...ehmm si ma da chi la prendo??
      Me la fanno delle misure che voglio io?

      _ zucchelli marco

      www.zucchelli-srl.it

      Comment


      • #4
        Chiedi al tuo fornitore, dovrebbe averle, o perlomeno sa dove recuperarle.
        "Only two things are infinite:
        the universe and human stupidity,
        and I'm not sure about the former".

        "Due cose sono infinite:
        l'universo e la stupidità umana,
        ma non sono sicuro sulla prima".

        (Albert Einstein)

        Comment


        • #5
          possiamo realizzarla noi

          ciao se vuoi possiamo realizzarla noi se vuoi ciao pubbligraf di Francesco Russo

          Comment


          • #6
            Tieni presente la professionalità

            Caro juventino (amico di dolori calcistici recenti e grandi gioie e soddisfazioni attuali) ti consiglio di farti costruire il cassoncino luminoso con laterali in profilo di pvc alto almeno 13 cm e frontale in plexiglas opalino bianco su cui tu applicherai le grafiche che nel tuo caso andrebbero bene anche fatte con vinile trslucente.Per l'illuminazione , viste le dimensioni ti consiglio di farla fare con elemento quadrifilare(serpentina a 4 tratti) diam. 15 mm. bianco tecnolux 6500°k spectra alimentata da trasformatore elettronico da montare all'interno del cassoncino.Tutto questo ti consiglio di fartelo fare da artigiano qualificato e iscritto obbligatoriamente al registro produttori AEE di recente istituzione che dovrà apporre sull'insegna il logo dei rifiuti AEE ed i suoi dati fra cui il numero di iscrizione al suddetto registro.
            Questo te lo consiglio perchè, oltre che essere obbligatorio in Italia dal 18/02/2008 ,anche perchè visto che il tuo cliente è un agente Axa sicuramente ti avrebbe richiesto ciò , per poter rendere conto della spesa alla casa madre (in Francia la norma europea sugli AEE è entrata in vigore prima che in Italia).Comunque tieni presente che se fossi in te collaborerei con chi ti relizzerà l'insegna chiedendogli di montarti anche l'insegna una volta che tu l'avrai completata con le grafiche , per essere tranquillo che il tutto sia fatto così come l'arte impone.
            Ciao
            Campit
            .P.S. HO ALLEGATO UN SEMPLICE SCHEMA DELLIMPIANTO LUMINOSO DELL'INSEGNA COSì COME ANDREBBE FATTO, SE TI VA PUOI TENERLO PRESENTE.
            Attached Files
            Camarda Neon - Salerno -ITALY-EU

            Comment


            • #7
              Mille grazie... davvero molto gentile!!!
              Ho già preso contatto con una ditta che mi fornisce il cassonetto,
              mi chiedono circa 280 euro,
              poi mi devo arrangiare per farla installare...

              _ zucchelli marco

              www.zucchelli-srl.it

              Comment


              • #8
                Chiedi a Gippy

                ciao

                Comment


                • #9
                  Scusate se riapro un post vecchio ma dopo averlo letto ho ancora un po di confusione
                  Devo realizzare due insegne luminose, o meglio rifare la grafica e posizionarla su plex nuovo in cassonetti già esistenti.
                  Una avrà fondo nero e loghi e scritte a colori, l'atra dovrebbe essere un fondo azzurro scuro con il logo e le scritte a colori.
                  Siccome è il mio primo lavoro per quanto riguarda le insegne volevo un consiglio sul:
                  1- materiale da usare (che devo ancora acquistare) per un ottima resa, considerando che la sera vengono illuminate dall'interno del cassonetto;
                  2- procedimento di stampa e applicazione sul pannello da montare sul cassonetto esistente;
                  3- piccoli accorgimenti da seguire e qualsiasi altro consiglio utile
                  Grazie a tutti per la collaborazione ed un saluto dalla sicilia.
                  Luca Valenziano
                  CREATIVA Valenziano
                  Via A. Gramsci, 33 - Cefalù (PA)
                  Roland SP-540V Eco-Sol Max
                  XEROX DC 242 SRA3
                  OKI C9800 A3+

                  Comment


                  • #10
                    Allora visto che c'è la quadricomia, con vinili traslucenti non puoi fare niente,
                    quindi dovresti ordinare il pvc traslucent da stampa (io uso Mactac) usare un buon profilo e stampare con sovrastampa 2 per una buona resa cromatica quando si illumina, altrimenti risulterà sbiadita.
                    Ricapitolando: • PVC TRASLUCENT
                    • STAMPA IN SOVRASTAMPA 2
                    Ciao, Piero.
                    Last edited by GPDesign; 02-09-2008, 16:44:47.
                    URBANO MULTISERVIZI -Ricamo & Stampa Digitale - 70016 Noicàttaro (BA) - Via Pietro Nenni, 10
                    www.urbanomultiservizi.eu[email protected]
                    Ricamatrici: TAJIMA 10 Teste - TAJIMA 4 Teste - IMBRO 1 Testa
                    ROLAND Sp 540 - MUTOH Rj 900 - SUMMA Cut D60 - Laser Color KONICA MINOLTA - 3 Termopresse - Rifilatrice 100cm NEOLT - Tagliarisme

                    Comment


                    • #11
                      Io ho da poco usato un 'Backlit' adesivo e la sera si vede bene.
                      "Only two things are infinite:
                      the universe and human stupidity,
                      and I'm not sure about the former".

                      "Due cose sono infinite:
                      l'universo e la stupidità umana,
                      ma non sono sicuro sulla prima".

                      (Albert Einstein)

                      Comment


                      • #12
                        Originalmente inviato da lucacefalu Visualizza messaggio
                        Scusate se riapro un post vecchio ma dopo averlo letto ho ancora un po di confusione
                        Devo realizzare due insegne luminose, o meglio rifare la grafica e posizionarla su plex nuovo in cassonetti già esistenti.
                        Una avrà fondo nero e loghi e scritte a colori, l'atra dovrebbe essere un fondo azzurro scuro con il logo e le scritte a colori.
                        Siccome è il mio primo lavoro per quanto riguarda le insegne volevo un consiglio sul:
                        1- materiale da usare (che devo ancora acquistare) per un ottima resa, considerando che la sera vengono illuminate dall'interno del cassonetto;
                        2- procedimento di stampa e applicazione sul pannello da montare sul cassonetto esistente;
                        3- piccoli accorgimenti da seguire e qualsiasi altro consiglio utile
                        Grazie a tutti per la collaborazione ed un saluto dalla sicilia.
                        Cosa significa scritte a colori, nel senso che ci sono sfumature, o più colori con tinte piatte. Nel secondo caso tinte piatte, conviene fare con plotter film traslucidi, oltretutto il nero del pvc non c'è stampa che tenga,
                        nel caso che lo devi stampare usa il traslucente come detto da altri, ma calandralo, non tanto per gli UV ma per il vento (non si vede ma solleva un sacco di polvere che nel tempo raschia le stampe)

                        Comment


                        • #13
                          In questo campo posso dare il mio contributo. Do ragione a Campit sulla scelta di un'azienda SERIA del settore insegne luminose. Oltre alla certificazione RAEE ovviamente deve avere anche la certificazione CE. Il tuo cliente/amico assicuratore, come fa ad avere tutti i permessi in regola se non sa ancora chi gli monterà l'insegna? Dico questo perchè quando si presenta la pratica in comune, tra i vari requisiti INDISPENSABILI ci DEVE ESSERE la dichiarazione di responsabilità dell'azienda che si occuperà dell'installazione. Punto secondo: l'insegna è mono o bifacciale? Punto terzo: Axa essendo una grande multinazionale ha sicuramente un capitolato relativo all'immagine coordinata ed all'interno di questo troverai tutte le specifiche tecniche. Su questo punto devo dissentire da campit sul fatto dell'adozione del neon (lo dico a malincuore in quanto noi abbiamo la soffieria interna): questi grandi gruppi negli ultimi tempi stanno eliminando il neon (catodo freddo) in favore delle comuni e squallide lampade fluorescenti, per motivi pratici di manutenzione e costi inferiori. Detto questo: il costo di euro 280,00 + iva spero comprenda i plexiglas opalini neutri ed il cassonetto sia in alluminio e non PVC, oltre ad avere un telaio interno e le zanche per il fissaggio a muro... in caso contrario cerca un altro fornitore più onesto.

                          Ciao, se si tratta di colori a tinte piatte, utilizza il vinile traslucente così stai tranquillo con la tenuta/durata del colore (soprattutto nelle zone del sud italia dove il sole picchia di più) Per il plexiglas dipende dalle misure. Generalmente io utilizzo il 3 mm opalino. Quando prendi le misure del cassonetto, ricordati di tagliare il plexi 1 cm in meno sia in lunghezza che in altezza (dilatazione termica). Prima di smontare i plexi accendi/fai accendere le insegne e verifica il funzionamento! C'è sempre qualche furbetto che ci prova dicendoti che prima l'insegna funzionava e poi dopo il cambio non funziona più e pretende la riparazione gratis. Per consigli più specifici devi dire di più.
                          Last edited by GPDesign; 03-09-2008, 22:43:22.

                          Comment


                          • #14
                            Originalmente inviato da moosta Visualizza messaggio
                            In questo campo posso dare il mio contributo. Do ragione a Campit sulla scelta di un'azienda SERIA del settore insegne luminose. Oltre alla certificazione RAEE ovviamente deve avere anche la certificazione CE. Il tuo cliente/amico assicuratore, come fa ad avere tutti i permessi in regola se non sa ancora chi gli monterà l'insegna? Dico questo perchè quando si presenta la pratica in comune, tra i vari requisiti INDISPENSABILI ci DEVE ESSERE la dichiarazione di responsabilità dell'azienda che si occuperà dell'installazione. Punto secondo: l'insegna è mono o bifacciale? Punto terzo: Axa essendo una grande multinazionale ha sicuramente un capitolato relativo all'immagine coordinata ed all'interno di questo troverai tutte le specifiche tecniche. Su questo punto devo dissentire da campit sul fatto dell'adozione del neon (lo dico a malincuore in quanto noi abbiamo la soffieria interna): questi grandi gruppi negli ultimi tempi stanno eliminando il neon (catodo freddo) in favore delle comuni e squallide lampade fluorescenti, per motivi pratici di manutenzione e costi inferiori. Detto questo: il costo di euro 280,00 + iva spero comprenda i plexiglas opalini neutri ed il cassonetto sia in alluminio e non PVC, oltre ad avere un telaio interno e le zanche per il fissaggio a muro... in caso contrario cerca un altro fornitore più onesto.
                            Sono daccordissimo con te e Pietro riguardo alla prima parte del discorso
                            ovvero sulle relative qualifiche dell'azienda produttrice di insegne luminose,
                            non tanto sul discorso illuminazione (lampade fluorescenti cadoto preriscaldato /neon lampade fluorescenti cadoto freddo)
                            è pur vero che le grosse aziende su grosse forniture ( tipo fornitura AXA a livello nazionale) per le problematiche da te descritte si orientano sulle prime, ma visto che il nostro amico/collega parla di una fornitura singola e per lo più di un suo amico io non esiterei a illumunarla con del neon che ritengo di gran lunga migliore,
                            anche perchè la compagnia assicuratrice poco importa come la si illumina ma quello che le interessa e l'immagine ,ovvero la realizzazione fedele del suo logo,
                            altro punto in cui mi trovo poco daccordo e come riesci a valutare il prezzo se giusto o meno, senza sapere
                            1 se l'insegna e frontale o bifacciale
                            2 come è realizzata: profili PVC, profili alluminio, o realizzata in lamiera di alluminio grezzo pressopiegata e verniciata ( preciso che per una nostra politica aziendale le nostre insegne a cassonetto sono tutte in alluminio 12/10 pressopiegate)
                            P.S.
                            scontato che in qualsiasi modo si realizzi deve avere dei rinforzi in acciao zincato se cassonetto frontale o un telaio perimetrale completo di zanche se cassonetto bifacciale
                            Ciao Rosario

                            nel caso che lo devi stampare usa il traslucente come detto da altri, ma calandralo, non tanto per gli UV ma per il vento (non si vede ma solleva un sacco di polvere che nel tempo raschia le stampe)
                            Quoto Gavino
                            Last edited by Monkey; 03-09-2008, 11:06:50.
                            Ciao Rosario
                            ------------------------------------------------------------------------------------
                            L.E.SA. pubblicità
                            Pellezzano SA

                            Comment


                            • #15
                              C'è una distinzione base: le lampade al neon sono a catodo freddo e funzionano ad alta tensione mediante trasformatori elettronici o elettromeccanici. Le lampade fluorescenti sono quelle prodotte da osram, sylvania, philips ecc ecc e funzionano a bassa tensione. Le prime, che produciamo nella ns soffieria, hanno una vita notevolmente superiore e quando si esauriscono possono essere ricaricate. Le seconde hanno una durata nettamente inferiore, circa 1/3, e quando non si esauriscono vanno buttate...anzi smaltite. Certo. il costo è diverso.
                              Alle grosse compagnie invece importa eccome sulla qualità costruttiva, dato che sull'insegna c'è il loro nome, non quello dell'agente. Sono le prime ad avere un cattivo ritorno d'immagine se l'insegna è orrenda!
                              La mia comparazione di prezzo si basava sull'insegna bifacciale. In un 70 x 70 mono non ha senso un telaio interno (almeno per come le produciamo noi).
                              acciaio zincato? Non ti confondi con il ferro zincato? l'acciaio non si zinca.Comunque sia è materiale pesante. Noi utilizziamo alluminio sia per i telai interni, sia per le barre che compongono il perimetro del cassonetto.
                              Nel caso sia mono, il fondello è in alluminio preverniciato bianco.... Quelli che si improvvisano utilizzano il forex....però le loro insegne cadono, le ns no!

                              Comment

                              Working...
                              X