Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Effetto quadro antico su canvas

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Effetto quadro antico su canvas

    Ciao bella gente,
    una domandina veloce veloce....
    chi si ricorda cosa c'era applicato sopra il Canvas esposto nella sala esposizione/realizzazioni della Roland (sede dei corsi) per dargli quell'effetto cosi' reale di QUADRO incluse le spennellature?
    Conoscete qualche prodotto (laminazione liquida,vetrificazione,glitter ect.ect.) da applicare su Canvas stampato per creare qualche effetto particolare?

    Vi bacio...
    Fabrizio.
    Last edited by Daniele Cogo; 27-11-2009, 12:50:06.

  • #2
    Stiamo parlando di questo quadro che si trova all'ingresso del Creative Center di Roland



    L'opera è di Max di Asterisco. Chi meglio di lui può spiegarti come ha realizzato questo capolavoro.

    (fate click sull'immagine se la volete vedere in alta risoluzione)
    Last edited by giovannire; 29-07-2009, 17:57:48.
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

    Comment


    • #3
      Ciao Giovanni,
      si prorpio quello...mi ricordo che ne avevamo parlato ma non me lo ricordo proprio cosa gli era stato applicato.

      Comment


      • #4
        interessante la cosa...
        SPAZIOGRAFICA di Rebellato Paolo
        Via Cav. Vittorio V.to, 3 - Rosà (VI)
        0424 858617 - 0424 221430

        [email protected]

        Comment


        • #5
          Dunque...il capolavoro non è mio, naturalmente, ma è di Michelangelo Merisi detto Caravaggio, un alieno che, sceso sulla terra alla fine del 1500, si è fatto passare per pittore.
          La tecnica utilizzata in questa riproduzione è la stessa tecnica utilizzata dalle vostre mogli nel loro tempo libero quando si dedicano al decoupage sull'armadietto di vostra nonna e poi lo invecchiano tramite la tecnica del cracklé. Non ci avevate mai pensato....le mogli sono una grande risorsa; specie quelle degli altri....
          Questa tecnica prevede l'utilizzo di due sostanze incompatibili fra di loro, dove la prima mano di vernice che viene stesa in superficie, viene "rotta" dalla seconda che viene passata successivamente.
          Anticamente era un processo che avveniva naturalmente sulla superficie delle tele pittoriche, dove l'azione screpolante era causata dall'usura e dal passare del tempo; lo strato pittorico veniva naturalmente screpolato dal tempo e la polvere che si depositava fra le crepe creava il vero e proprio effetto cracklé.
          Ora ci sono nuovi materiali e sostanze che riescono a ricreare artificialmente effetti di invecchiatura e di usura.
          La stampa digitale in questione è stata quasi interamente ritoccata a mano con colori ad olio da un pittore (mio padre ). Dopodichè è stato applicato uno strato di "Step 1" di Cracklé Sottile di Stamperia (informazione commerciale: in questo caso Stamperia perchè lo vende mia moglie nel suo negozio. Se siete interessati vi farò applicare una bella scontistica...); mi raccomando bello abbondante, poichè sarà quello strato che andrà a "spaccarsi". Una volta che il primo strato è asciutto, si passa lo "Step 2", sempre abbondante, mai lesinare le due sostanze....
          Dopo qualche ora cominceranno a formarsi delle crepe più o meno fine, a seconda di quanto step avete utilizzato.
          Una volta asciutto, le crepe dovranno essere "evidenziate" con porporina data a secco con un pennello piatto e rotondo a setole dure e corte, oppure utilizzando un panno sporcato con cera scurente o un "terra di siena bruciata" ad olio. L'effetto comparirà immediatamente al passaggio della sostanza scurente ed il quadro assumerà le sembianze di una antica opera.
          Queste tecniche sono le stesse utilizzate dai restauratori per ricostruire o ricreare delle opere, oppure per invecchiare mobili e complementi d'arredo, ed io non mi sono inventato nulla.
          I "gonzi" spesso comprano "croste" presso mercatini rionali fatti spacciare per opere antiche, ma in realtà ricostruiti in epoca moderna utilizzando queste tecniche. Questa realizzazione, in realtà, l'ho venduta profumatamente a Roland facendola spacciare per un originale dell'artista. E L'HANNO BEVUTA!!!!! Ora vi sto scrivendo dai caraibi dove, con i proventi dello stesso, ho acquistato un atollo tutto mio....
          Buona ripresa economica a tutti.
          Un saluto.
          Last edited by Daniele Cogo; 24-11-2009, 12:55:33.
          Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

          Comment


          • #6
            grande max sei uno spettacolo
            NEON for LIFE

            Comment


            • #7
              Max che dire...! Forse è vero non avrai inventato nulla ma solo aver pernsato di applicare quella tecnica nel campo della Stampa Digitale a parer mio hai preso 100 punti .
              Io per non saper ne leggere e ne scrivere come dicono a Bolzano ti allego la nostra mail cosicche' tu possa indicarci per bene i materiali da utilizzare e perchè no i prezzi scontati di tua moglie.
              Sto avendo richieste di stampe su tela e l'dea di presentare qualche cosa di diverso alla gente mi solletica molto...
              Purtroppo non sono pienamente soffisfatto del profilo x Canvas montato sul mio Sp540v...vengono stampe molto scure rispetto all'originale e spesso sono costretto ad intervenire sulla foto stessa.
              Se qualcuno di voi puo' inviarmi un profilo Canvas anche personalizzato o darmi qualche consiglio in merito gliene sarei grato.

              Buona giornata.

              [email protected]

              Comment


              • #8
                Originalmente inviato da maxpetrignani Visualizza messaggio
                Questa realizzazione, in realtà, l'ho venduta profumatamente a Roland facendola spacciare per un originale dell'artista. E L'HANNO BEVUTA!!!!! Ora vi sto scrivendo dai caraibi dove, con i proventi dello stesso, ho acquistato un atollo tutto mio....
                Buona ripresa economica a tutti.
                Un saluto.
                ...mi sembrava di aver visto questo quadro in un libro di mia figlia....
                ...e chi lo dice adesso a Picchio?

                Grazie mille Max per la tua splendida descrizione.
                Rilancio l'augurio di buona ripresa economica sfruttando le doti (artistiche o meno) che il buon Dio ha dato ad ognuno di noi.
                Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
                Giovanni Re
                Community Manager
                ROLAND DG Mid Europe

                Comment


                • #9
                  Errata corrige

                  Correggo un errore (grossolano, ma è stata la fretta nel postare il messaggio...) nel mio tutorial. Nel Tutorial parlo di Cracklé medio; in realtà sto parlando del Cracklé Sottile di Stamperia.
                  Il Cracklé Medium è sempre un procedimento di invecchiatura, ma non va bene per questo tipo di nobilitazione.
                  L'errore, che mi è stato fatto notare dal nostro collega Dissidente Gavino in occasione delle dimostrazioni di nobilitazione canvas al Viscom di Milano, è venuto a galla proprio perchè a lui, stranamente, non era riuscito il procedimento di screpolatura. Da lì sono risalito al mio errore digitato nel testo. Spero che non me ne vogliate. Meglio tardi....
                  Perciò svolgete pure tutta la procedura, ma utilizzando CRACKLE' SOTTILE di Stamperia oppure uno simile di altre marche, ma che faccia una tramatura di crepe sottili, mi raccomando...

                  P.S.: L'errore verrà corretto, dagli amministratori, direttamente nel post principale.
                  Il coraggio senza la paura è solamente incoscienza.

                  Comment

                  Working...
                  X