Annuncio

Collapse
No announcement yet.

[Tutorial] Creare guarnizioni industriali e per motori con il plotter da taglio

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • [Tutorial] Creare guarnizioni industriali e per motori con il plotter da taglio

    Alura,
    visto che arriva agosto e non sapete cosa fare, ecco un trick per fare qualche soldino.
    Le guarnizioni piane in "carta" sono ampiamente usate in tutti i settori, auto, moto, industriale, eletterodomestici ecc...
    Il problema è che quando si smontano si rompono e vanno sostituite, problema per gli altri, cosa interessante per noi.
    In commercio si trovano i ricambi fustellati, guardate i prezzi e spaventatevi, ma il vero problema è quando il ricambio non si trova o si trova in Cambogia e il tecnico o meccanico ne ha bisogno un'ora dopo per rimontare il tutto e rimettere in funzione l'auto/moto/macchinario fermo.
    La maggioranza dei tecnici se le taglia a mano, cioè ricalca quella vecchia (o i pezzi rimasti) sulla "carta" e via col vento.
    In realtà un buon 60% di guarnizioni sono "inclonabili" a mano, provate a tagliare fori da 4mm o striscette da 2mm senza rompere tutto.
    Per cui si si appoggia a ditte che tagliano guarnizioni pelandovi dei bei soldini.
    Loro le tagliano col plotter piano, piano aspirante e mille artifizi che ho avuto modo di osservare, deindustrializzare e replicare.
    Il materiale eletto per le guarnizioni è il flexoid, lo fanno in UK, non costa moltissimo e lo si trova facilmente.
    Il 95% delle guarnizioni sono fatte in flexoid, lo trovate di tutti gli spessori, da un decimo a due millimetri a seconda dell'applicazione.
    Una volta conteneva amianto e asbesto, ora contiene minerali atossici e può essere lavorato senza rischi.
    Se volete divertirvi stampate un po' di volantini con scritto "Si realizzano guarnizioni in carta su disegno e da modello tagliate a macchina" e datele in giro per meccanici e ferramenta .... fatelo solo se non avete lavoro.


    Prima di tutto vi dovete creare i vettori di taglio.
    Se la guarnizione è piccola, infilatela nello scanner dopo averla sistemata col nastro (di solito il meccanico si presenta con brandelli che vanno interpretati), scansionatela e createvi i vettori.
    La figata è quando la guarnizione è grossa.

    Siccome difficilmente abbiamo uno scanner A0 ma abbiamo un plotter, perchè non usarlo come scanner ?
    Il Gatto vi spiega come ....

    Serve un puntatore laser (dai cinesi viene via a 2 euri), una penna per plotter (tipo quelle che Giovannino ha spedito), una pinza e un pochino di ingegno.
    Smontate la penna togliendo con la pinza la punta in fibra, scappellate il tappino dietro e togliete l'inserto che contiene il colore. Usate guanti in lattice e fate l'operazione sono il getto d'acqua del lavabo.

    Prendete il laser e rimuovete i fronzoli inutili tipo il portachiavi, aprite il lato da cui esce il fascio laser svitando il cappellino e con un cacciavite aggiustate la messa a fuoco in modo da avere un bel puntino piccolo e definito a 2cm di distanza.
    Poi trovate un'anellino per tenere premuto il micro che accende il laser oppure usate un giro di nastro

    Controllate la messa a fuoco avvitando o svitando la vite di cui sopra.

    A questo punto avete un puntatore da piazzare nel portalama

    Adesso prendete un pezzo di vinile, poggiate sopra la guarnizione originale, coprite con application trasparente e caricate nel plotter

    Azzeratevi in basso a sx della guarnizione poi spostatevi sul bordo della guarnizione usando il laser come allineamento

    ricordate che per definire un cerchio bastano 3 punti quindi cercate di leggere i punti salienti della geometria leggendo le coordinate sul display del plotter

    Riportate le coordinate lette nel programma di grafica creando punti, vi serviranno dopo per costruire la geometria

    Sulla costruzione ci vuole un minimo di intuito e abilità, ad esempio se i fori sono radiali e uguali basterà farne uno e replicarlo, le linee rette sono rette e basta ... insomma, va capita la geometria ed adeguata.
    Nel dubbio stampate una prova su carta e fatela provare.
    Una volta che avete dei vettori decenti, tagliate un pezzo di flexoid e impaninatelo in un vinile removibile, avendo cura di lasciare vinile in abbondanza sui 4 lati in modo che aderendo sulla siliconata non si muova.
    Tagliate a velocità bassa SEMPRE, la grammatura va trovata in base al materiale, io ho fatto 2 passate a 200 su uno 0,5mm di spessore, nel dubbio state leggeri e ripassate, sarete certi di aver tagliato quando sul retro della siliconata intravederete i segni dei vettori.
    Rimovete tutto l'ambaradan

    Togliete il removibile, consegnate e incassate.




    Esistono mille altri materiali per fare guarnizioni, cercate, inventate e magari condividete.

    Miao

    (Grazie a Piff per avermi fatto scoprire i plotter da taglio e grazie a mia Madre per avermi messo al mondo)
    Last edited by Daniele Cogo; 29-07-2009, 10:48:48. Motivo: mancavano i credits
    Dei forti cambiamenti, del mondo che faremo, delle rinunce, dei sacrifici, di lottare ed amare, del caldo e del freddo, del futuro che stiamo scrivendo, dell'incertezza, delle svolte, del rinnovamento...


    Io non ho paura

    Buon anno, ragazze e ragazzi, buon anno di solo cose belle.

  • #2
    Grazie a te per queste splendide dritte che spero vengano recepite da tutti coloro che vogliono crescere sperimentando.

    Moooolto interessante l'utilizzo del laser e relativa lettura delle cordinate.
    Sarebbe da implementare un software con una webcam per "scansionare" modelli semplici... chissà...
    Sapere, Fare, Saper Fare, Far Sapere!
    Giovanni Re
    Community Manager
    ROLAND DG Mid Europe

    Comment


    • #3
      ....faccio un salto dai cinesi!!!!!...bella cosa!!!
      "Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove, che siano utili".
      (Henri Poincaré)

      Comment


      • #4
        Originalmente inviato da giovannire Visualizza messaggio
        Grazie a te per queste splendide dritte che spero vengano recepite da tutti coloro che vogliono crescere sperimentando.

        Moooolto interessante l'utilizzo del laser e relativa lettura delle cordinate.
        Sarebbe da implementare un software con una webcam per "scansionare" modelli semplici... chissà...
        Ho visto che alcuni driver hanno il feedback dal plotter delle dimensioni del foglio, sai se esiste la possibilità di leggere le coordinate attuali della testa ? E se si, esiste un SDK ? Basterebbe fare un programmino facile facile che crea un file con una lista di coordinate, magari abbinando la pressione di un tasto sul plotter o un flag booleano tipo "coperchio aperto" da leggere per registrare le coordinate attuali, così quando vuoi memorizzare quella specifica posizione su cui sei, basta che chiudi e riapri il coperchio del plotter.

        Per la webcam ci vuole niente a montarla sulla testa, resta che devi muoverti a mano per trovare i profili e poi catturare le coordinate.

        Sarebbe invece una cosa importante che ci fosse la possibilità di montare una testa di lettura tipo scanner e usare il plotter per fare scansioni vere e proprie, ma qui si entra in un ginepraio perchè devi poter controllare completamente gli assi da sw e processare quello che la testa legge ...

        Miao
        Last edited by Gatto; 29-07-2009, 11:06:08. Motivo: Mancava il miagolio
        Dei forti cambiamenti, del mondo che faremo, delle rinunce, dei sacrifici, di lottare ed amare, del caldo e del freddo, del futuro che stiamo scrivendo, dell'incertezza, delle svolte, del rinnovamento...


        Io non ho paura

        Buon anno, ragazze e ragazzi, buon anno di solo cose belle.

        Comment


        • #5
          Sono senz'altro più meccanico ( per via della attività di famiglia) che grafico/stampatore...e non mi è mai venuto in mente di replicare le guarnizioni con il plotter per due motivi:

          1) non ho sicuramete il guizzo di Gatto

          2) anche ora che ho letto questo favoloso tutorial faccio fatica a capire quale sia la convenienza per il meccanico di turno...

          Noi quei materiali per fare le guarnzioni li abbiamo un po' tutti e con utensili molto più primitivi del plotter, in dotazione ad ogni meccanico, si riescono ad avere delle repliche perfette senza problemi e in maniera anche piuttosto veloce...

          Inoltre le guarnizioni ormai fanno solo quasi da spessore, perchè alla fine il lavoro lo fa il polimero usato per incollarle e sigillare tutto...

          Mi sono perso qualche pezzo del ragionamento?

          P.S: ma Asbesto e amianto non sono la stessa cosa??
          Last edited by Franz; 29-07-2009, 12:13:55.
          Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

          Comment


          • #6
            Originalmente inviato da Franz Visualizza messaggio
            Sono senz'altro più meccanico ( per via della attività di famiglia) che grafico/stampatore...e non mi è mai venuto in mente di replicare le guarnizioni con il plotter per due motivi:

            1) non ho sicuramete il guizzo di Gatto

            2) anche ora che ho letto questo favoloso tutorial faccio fatica a capire quale sia la convenienza per il meccanico di turno...

            Noi quei materiali per fare le guarnzioni li abbiamo un po' tutti e con utensili molto più primitivi del plotter, in dotazione ad ogni meccanico, si riescono ad avere delle repliche perfette senza problemi e in maniera anche piuttosto veloce...

            Inoltre le guarnizioni ormai fanno solo quasi da spessore, perchè alla fine il lavoro lo fa il polimero usato per incollarle e sigillare tutto...

            Mi sono perso qualche pezzo del ragionamento?

            P.S: ma Asbesto e amianto non sono la stessa cosa??
            Asbesto e amianto sono lo stesso minerale, solo che alcuni lo chiamano in modo altri in un'altro, resta che ammazzano tutti e due.

            I vantaggi del taglio sono scritti sotto, a questo aggiungi che se se sono complesse e più di una ... a mano ti passa più tra taglia fustella i fori e dove hai piste da mllimetro ti voglio vedere, senza considerare che se usi le forbici le curve interne vengono frastagliate..... Io le mie me le sono sempre fatte a mano, quelle semplici, le altre in guarnificio, (quella che vedi è la guarnizione di un cuscinetto reggispinta di una pompa ad alta pressione) ma col plotter, mega pacchia.

            Se poi ti arriva il tipo col pezzo senza la guarnizione originale, hai voglia a ricalcarla a mano ... metti sullo scanner il pezzo, vettorializzi e via.

            Che servano da spessore è un fatto, ma il loro lavoro è rigonfiarsi a bagno nell'olio o nella benzina e "guarnire" la tenuta, altrimenti usi silicone rosso e via, specie nei motori, se le parti da unire sono rettificate.

            Miao
            Dei forti cambiamenti, del mondo che faremo, delle rinunce, dei sacrifici, di lottare ed amare, del caldo e del freddo, del futuro che stiamo scrivendo, dell'incertezza, delle svolte, del rinnovamento...


            Io non ho paura

            Buon anno, ragazze e ragazzi, buon anno di solo cose belle.

            Comment


            • #7
              Gatto Alchimista, gran bella dritta, però scusate ma secondo me se un disegno è più grande dello scanner è molto più semplice fotografare con fotocamera digitale e cavalletto l'originale fissato a una parete, misurare due punti dell'originale e riportare in scala sul programma di grafica per il tracciamento.
              PUBBLISTAMPA
              Assemini (Ca)

              Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
              https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

              Comment


              • #8
                Originalmente inviato da Manolo Visualizza messaggio
                Gatto Alchimista, gran bella dritta, però scusate ma secondo me se un disegno è più grande dello scanner è molto più semplice fotografare con fotocamera digitale e cavalletto l'originale fissato a una parete, misurare due punti dell'originale e riportare in scala sul programma di grafica per il tracciamento.
                Anche, ma ti serve un'ottica asferica basculante (mucho denaro) oppure devi mettere una serie di linee di sfondo quando scatti e poi stretchare in PS per compesare l'effetto cuscino, l'errore di parallasse e la distorsione prospettica, sbattimento esagerato.

                Miao
                Dei forti cambiamenti, del mondo che faremo, delle rinunce, dei sacrifici, di lottare ed amare, del caldo e del freddo, del futuro che stiamo scrivendo, dell'incertezza, delle svolte, del rinnovamento...


                Io non ho paura

                Buon anno, ragazze e ragazzi, buon anno di solo cose belle.

                Comment


                • #9
                  bella, bella, bellissima idea!
                  Penso che preso la sperimenterò anche io.
                  Però mi è venuta in mente una cosa: invece che "impaninare" la guarnizione in un PVC rimovibile (che praticamente, almeno io, non uso mai) potrebbe essere una soluzione utilizzare la siliconata di "recupero" accoppiandovi sopra l' A-tape trasparente.
                  La soluzione, a occhio, mi sembra anche + economica.

                  Complimenti ancora Gatto!
                  Ciao

                  Roberto Beltrandi
                  Roland SP 300 V

                  Comment


                  • #10
                    Senz'altro esiste praticamente per ogni tipo di produzione una serie di valori, caratteristiche e quantitativi ottimali, e mi rendo conto che parlare di " guarnizioni" è cosi generico che potremmo finire a litigare per ore pensando a due cose completamente diverse...( in alcue parti d'italia quando si parla di guarnizioni si intende " contorno" )

                    Per cui a questo punto non posso che dirti che per il tipo di guarnizioni che facciamo noi questo sistema è un po' come andare al tiro a segno con un B 52..., ma d'altra parte mi pare che tu sia piuttosto competente di meccanica quindi avrai sicuramente le tue ragioni a farle cosi...
                    Però forse con un po' di pazienza sicuramente troversti qualcosa di piu specifico del " sigillante rosso"....
                    Alcune persone cercano la verità. Altre cercano solo di avere ragione.

                    Comment


                    • #11
                      Originalmente inviato da Gatto Visualizza messaggio
                      Anche, ma ti serve un'ottica asferica basculante (mucho denaro) oppure devi mettere una serie di linee di sfondo quando scatti e poi stretchare in PS per compesare l'effetto cuscino, l'errore di parallasse e la distorsione prospettica, sbattimento esagerato.

                      Miao
                      posizionare la fotocamera a livello e in asse con il soggetto evitando di usare la zoom e correggere un'eventuale minima distorsione mi sembra meno sbattimento rispetto a smontare laser, montarlo sul pennino e prendere le coordinate che secondo me anche quelle non offrono valori precisi in base al disegno della guarnizione, specie se complessa.
                      poi vabbè ognuno ha il proprio modo di lavorare e ciò che conta è il risultato finale.
                      prrrr prrrrrrr
                      PUBBLISTAMPA
                      Assemini (Ca)

                      Non perdere tempo seduto sulla riva del fiume, il cadavere del nemico non passerà mai e i pesci sono scappati!
                      https://www.facebook.com/manolo.gallus?fref=ts

                      Comment

                      Working...
                      X